Articoli Esame Maturità

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Angela Ardizzone

[Infografica] Maturità 2014: StudentVille dà i numeri

Inizia il conto alla rovescia per l'esame di Maturità 2014: tra meno di un mese infatti quasi 500.000 studenti si dirigeranno verso le proprie scuole per sostenere la prima prova il 18 giugno, la seconda prova il 19 giugno, e la terza prova il 23 giugno. Poi, dopo qualche giorno di respiro, inizierà il colloquio orale, la prova più temuta dal 40% dei maturandi!

VAI ALL'INFOGRAFICA!

Come si stanno preparando i nostri maturandi agli esami? Pare che molti non hanno ancora iniziato a studiare, e oltre il 54% degli studenti inizierà poco prima delle prove, anche a causa dei test di ammissione all'università anticipati ad aprile. E solo uno studente su cinque (o 4 studenti su 5 mentono?) tenterà di utilizzare lo smartphone durante le prove scritte, in particolare per italiano, in cui la maggior parte degli studenti si sente meno preparata. Che il voto non interessi, non è poi così vero: a 3 studenti su 4 infatti interessa il voto finale.

Cosa pensano gli studenti delle prove di maturità? Circa la metà dei maturandi sceglierà il tema da svolgere una volta lette tutte le tracce, mentre circa il 30% degli studenti si orienterà verso il saggio breve. Un pensiero però accomuna tutti: meglio prepararsi su Gabriel Garcìa Marquez, potrebbe uscire una traccia su questo autore! La prova più temuta resta sempre il colloquio orale, e in particolare, il 92% dei maturandi teme domande troppo complicate da parte dei commissari esterni.

Com'è andata l'anno scorso? Nel 2013 il voto medio della maturità è stato tra 71 e 80. Pochi sono stati i 100 (4.8%), con in testa la Calabria (8.1%), mentre in Puglia e in Umbria si è avuto il maggior numero di lodi. Infine, c'è stato un aumento di voti tra 91 e 100 nei licei, mentre negli istituti tecnici e professionali sono diminuiti i 60. Insomma, studenti più bravi nel 2013, e speriamo ancor di più nella Maturità 2014!

 

Commenti

Commenta [Infografica] Maturità 2014: StudentVille dà i numeri.
Utilizza FaceBook.