Articoli Esame Maturità

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Maturità 2011 - L’uomo delle tracce: "Ecco perché non ho scelto il 150°… "

L’uomo che ha fatto ‘penare’ migliaia e migliaia di studenti italiani in queste ultime settimane, in cerca disperata di ‘spifferi’ sul tototema, si chiama Luciano Favini, ha 65 anni ed è un ex preside. E’ lui l’uomo che, insieme al ministro Gelmini, sceglie le tracce per le prove d’esame.

Il Corriere della Sera ha intervistato il responsabile della struttura tecnica per l’esame di Maturità, cercando di capire i motivi delle scelte del 2011 e la procedura seguita abitualmente:
Perché avete scelto queste tracce?
“È una procedura lunga. All’inizio raccogliamo le proposte di una trentina di persone, tra professori e presidi qualificati. Erano circa duecento”.
In molti si aspettavano temi di grande attualità come i 150 anni dell’Unità d’Italia o la beatificazione di Giovanni Paolo II: “Sul 150° già nel 2009 era stata scelta una traccia analoga, non si poteva ripetere. Per quanto riguarda Papa Wojtyla l’anno scorso avevamo dato, tra i materiali, una sua enciclica e già ci avevano accusato di mescolare sacro e profano”.
Gli studenti hanno criticato la scelta di Ungaretti: «Lucca» non è una poesia che si studia a scuola.
“Appunto. L’analisi del testo deve essere fatta su un brano poco noto. Se diamo il "Sabato del villaggio" premiamo solo la diligenza nello studio e non l’autonoma capacità di interpretazione”.
Pensava che la traccia preferita sarebbe stata «Siamo quel che mangiamo»?
“No, ma è una buona notizia: si tratta di un argomento caro al ministero, al suo impegno per la formazione dei ragazzi anche sul tema della salute”.
È vero che decidete all’ultimo momento, per dribblare i pronostici che girano su internet?
“Nemmeno per sogno, non ci sono i tempi tecnici. La scelta viene fatta a metà maggio, poi bisogna stampare tutti i documenti da inviare alle scuole. Per la fuga di notizie abbiamo le nostre misure di sicurezza. Usare internet per mandare le prove alle scuole all’ultimo momento? “È un’ipotesi che stiamo studiando. Sarebbe tutto più semplice, più sicuro e anche meno costoso. Forse il prossimo anno partiremo con una sperimentazione”.

Commenti

Commenta Maturità 2011 - L’uomo delle tracce: "Ecco perché non ho scelto il 150°… ".
Utilizza FaceBook.