Articoli Esame Maturità

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Maturità 2017: tracce, materie e commissari

MATURITÀ 2017: TRACCE, DATE E COMMISSARI

Maturità 2017 in arrivo. Ancora pochi giorni e il Miur non manterrà più il riserbo:  le materie della seconda prova e le materie affidate ai commissari esterni non saranno più un segreto. A quel punto le Commissioni dell'Esame di Stato verranno man mano rese note ai ragazzi dal consiglio dei docenti e (in molti casi!) i vari collegamenti della tesina verranno rivisti e corretti per tentare di coinvolgere di più i membri esterni. Noi della redazione stiamo seguendo in diretta questi ultimi giorni di attesa e, per questo, abbiamo raccolto qui sotto tutte le informazioni indispensabili:
Quando escono le materie della Maturità 2017?
Commissari esterni Maturità 2017: la guida completa

Negli ultimi giorni, però, tutti i riflettori sono puntati sulla Maturità 2018. No, non siamo impazziti: le ultime novità provenienti dal Ministero riguardano proprio l'Esame di Stato dell'anno prossimo, la terza prova e le Prove Invalsi. Le trovate qui:
Maturità 2018: cambiamenti ufficiali del Miur
Tornando a quest'anno, invece, in attesa di poterne sapere di più su commissioni e tracce, in molti sono già alle prese con la tesina con cui i ragazzi daranno il via all'orale.
Hai bisogno d'aiuto con argomenti e collegamenti? Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità o cerchi simulazioni i informazioni sul regolamento della Maturità? Perfetto: questa è la maxi guida che fa per te.
Prima di entrare nel vivo e di passare alle dritte per lo studio, però, facciamo un piccolo recap delle novità più importanti che il Ministero ha reso note da settembre fino ad oggi:
A dicembre il Miur ha pubblicato le prime tracce valide come simulazioni di seconda prova. Le trovi qui: Seconda prova Maturità 2017: simulazioni Miur
Poco prima era stato diffuso il documento con le date di scadenza per l'iscrizione e i criteri di ammissione
A ottobre, invece, mentre allo scientifico era già esploso il panico da fisica in seconda prova, il Ministero aveva messo a disposizione la prima simulazione di fisica seguita, il 13 gennaio, da una seconda simulazione. Trovi tutte le tracce qui:  Simulazione seconda prova di Fisica 2017: tracce del Miur
Cos'altro potrebbe avere in serbo il Miur? Ancora è troppo presto per conoscere tutti i dettagli, ma non per darti le prime indicazioni su come studiare e sulle voci di corridoio più preoccupanti (quelle che riguardano Fisica come materia della seconda prova allo scientifico in primis).
Per saperne di più leggi:

Tutto il resto, invece, resta lo stesso, a cominciare dalle date.
Eccole:
data prima prova Maturità 2017: mercoledì 21 giugno 2017
data seconda prova Maturità 2017: giovedì 22 giugno 2017
data terza prova Maturità 2017: lunedì 26 giugno 2017
Per saperne di più leggi: Maturità 2017: date
L'esame di Maturità 2017 sarà  quindi composto 3 prove scritte e una prova orale: la prima prova testerà le capacità di ciascun studente nella produzione scritta, la seconda prova sarà incentrata su una delle materie caratterizzanti di ciascun istituto, la terza prova verterà su un massimo di cinque materie, delle quali testerà le conoscenze.
L'esame orale si svolgerà di fronte alla Commissione di Maturità, composta da 3 commissari esterni e 3 interni coordinati dal Presidente di Commissione. I Commissari ti interrogheranno sulle materie loro assegnate e sugli argomenti e collegamenti che inserirai nella tesina, il percorso multidisciplinare con cui inizierai l'orale.
Nel corso dell'anno scolastico dunque dedicherai il tuo tempo a preparare la Tesina, a studiare ed allenarti per le prove attraverso simulazioni ed esercitazioni, ad attendere le date delle prove, a fare congetture sulle tracce, a sperare sulle materie di seconda prova e quelle affidate ai commissari esterni, i cui nomi ti faranno sospirare fino alla fine.
Noi ovviamente seguiremo passo passo tutti gli aggiornamenti del Miur sulla Maturità, adesso però, ti lasciamo con le informazioni più importanti da tenere sempre a mente:

maturità 2017: tracce, date e commissari

TRACCE MATURITÀ 2017

Il primo pensiero dei maturandi riguarderà le tracce della maturità 2017: cosa uscirà alla prima prova? Quale sarà l'autore dell'analisi del testo?
Gli argomenti, tra anniversari, ricorrenze e tematiche di attualità potrebbero essere tantissimi, per cui non appena possibile faremo qualche supposizione e daremo il via al tototema! Ecco quali potrebbero essere, secondo noi, le tracce possibili della Maturità 2017: 

MATERIE MATURITÀ 2017

E poi, come accennato all'inizio, c'è la questione Materie della Maturità 2017. Quali Materie usciranno alla seconda prova? Per alcune scuole vige (ma non sempre!) la regola dell'alternanza, per cui se lo scorso anno è uscita una materia quest'anno dovrebbe uscire l'altra tra le due caratterizzanti.
Le materie della seconda prova saranno rese note sul sito del Miur tra fine gennaio e gli inizi di febbraio, insieme alle materie affidate a commissari esterni. Non perdere di vista questo articolo se non vuoi perderti enanche un aggiornamento.

COMMISSARI ESTERNI MATURITÀ 2017

La Commissione Maturità 2017 sarà composta (salvo modifiche!) da 3 commissari interni e 3 commissari esterni, più il Presidente di Commissione.
Ogni commissario si occuperà della materia assegnatagli sia nelle prove scritte che durante il colloquio orale.
Per sapere quali saranno le materie affidate ai commissari esterni bisognerà attendere la fine di gennaio, mentre per conoscere i nomi occorrerà aspettare fino alla fine di maggio. Per rimanere sempre aggiornato su quello che bisogna sapere sui nomi dei commissari leggi qui: 

MATURITÀ 2017: LA TESINA

Gran parte dell'anno scolastico sarà dedicato alla ricerca degli argomenti e dei collegamenti per la Tesina o la Mappa Concettuale da presentare di fronte alla Commissione il giorno dell'orale.
Ci vorrà pazienza e dedizione, in quanto questo lavoro sarà il vostro biglietto da visita: non perdete tempo e soprattutto non riducetevi all'ultimo secondo! Se avete bisogno d'aiuto, ovviamente, ci siamo qui noi. Leggete qui:

PRIMA PROVA MATURITÀ 2017

L'esame di Stato partirà con la prima prova di Maturità 2017, in cui gli studenti dovranno cimentarsi in 4 tipologia di traccia che dovranno sviluppare in un massimo di 6 ore:

SECONDA PROVA MATURITÀ 2017

La seconda prova di Maturità è forse la prova più temuta, in quanto occorre mettere in gioco conoscenze e abilità in una delle materie di indirizzo della propria scuola.
Le materie oggetto di seconda prova verranno comunicate tra la fine di gennaio e la prima settimana di febbraio, insieme alle materie assegnate ai commissari esterni.
Per saperne di più clicca qui:

TERZA PROVA MATURITÀ 2017

La terza prova di Maturità testerà le conoscenze degli studenti su un massimo di 5 materie. Le tipologie di quesito verranno stabilite dal Consiglio di classe, mentre le domande saranno formulate dai membri della Commissione.
Le domande apparterranno alle seguenti tipologie:

  • Terza prova maturità 2017: Tipologia A: trattazione sintetica degli argomenti
  • Terza prova maturità 2017: Tipologia B: quesiti a risposta singola
  • Terza prova maturità 2017: Tipologia C: quesiti a risposta multipla
  • Terza prova maturità 2017: Tipologia D: problemi a soluzione rapida
  • Terza prova maturità 2017: Tipologia E: analisi di casi pratici e professionali
  • Terza prova maturità 2017: Tipologia F: sviluppo di progetti
     

ESAME ORALE MATURITÀ 2017

L'ultima prova sarà l'esame orale: secondo un calendario stabilito dalla Commissione, gli studenti verranno esaminati sulle varie materie e sui collegamenti della Tesina, dopo aver visionato le prove scritte. Il colloquio, avverrà alla presenza dell'intera commissione e tutti i commissari avranno la possibilità di fare domande ai maturandi. Per saperne di più, ecco la nosta guida:

VOTO MATURITÀ 2017: COME SI CALCOLA

Infine, il voto! Se volete raggiungere un determinato punteggio ricordate che la scalata verso il successo inizia al terzo anno di scuola, quando si cominciano ad accumulare crediti in vista del voto finale di Maturità.
Se negli anni scorsi non siete stati proprio bravi, cercate di impegnarvi durante l'ultimo anno, così da presentarvi con un buon punteggio di ammissione e raggiungere comunque un bel voto.
Vi rinfresciamo la memoria con un piccolo schema utile per calcolare il voto finale di Maturità:

  • Punteggio di ammissione: da un minimo di 10 crediti ad un massimo di 25
  • Prima prova: da 10 a 15 punti
  • Seconda prova: da 10 a 15 punti
  • Terza prova: da 10 a 15 punti
  • Esame orale: da 20 a 30 punti
  • Punti di bonus: 5 (con un credito scolastico minimo di 15 punti e un punteggio complessivo minimo di 70 punti tra scritto e orale)

Hai dubbi o vuoi ricevere informazioni?
Iscriviti al gruppo Facebook: Maturità 2017: #esamenontitemo

Commenti

Commenta Maturità 2017: tracce, materie e commissari.
Utilizza FaceBook.