Articoli Esame Maturità

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Elena Cosenza

Maturità: come organizzare lo studio

MATURITA': COME ORGANIZZARE LO STUDIO. In vista dell’esame di Maturità, ormai incombente, è necessario pianificare lo studio dell’ultima settimana e anche dei giorni successivi, in modo da continuare a ripassare fino all'e orale, per arrivare pronti alla parte finale dell’Esame di Maturità.

Non perderti: Date Maturità 2016

ESAME DI MATURITA': COME ORGANIZZARE LO STUDIO IN VISTA DELLE PROVE. Innanzitutto contate: se per esempio oggi è il 10 giugno, e la prima prova sarà il 22 giugno, avrete 12 giorni compreso oggi per ripassare per la Maturità. Se non avete ancora dato il via al ripasso perché non sapete da dove iniziare, dopo i nostri consigli riuscirete a pianificare al meglio il vostro studio a partire da oggi!

  • Il nostro primo consiglio riguarda quello di individuare le materie nelle quali vi sentite più deboli e iniziare con quelle. Inevitabilmente ci metterete più tempo a ripassare o a finire di studiare argomenti riguardo tali materie, rispetto alle discipline nelle quali vi sentite più ferrati. Una volta individuate le materie difficili, selezionate gli argomenti per i quali sentite di dover ripassare di più. Per una visione più generica di come vi dovete organizzare, c’è una regola molto semplice: se avete 300 pagine da ripassare in 2 giorni, sapete che per restare al passo e non ritrovarvi con centinaia di pagine da rivedere proprio all’ultimo, dovrete studiare 150 pagine al giorno.
  • Altro consiglio importante che vi diamo per risparmiare tempo e per studiare meglio: ripetete a voce alta. È scientificamente provato che ripetere da subito i concetti ad alta voce aiuta la formazione di mappe mentali ordinate e crea una rete di collegamenti immediata tra l’argomento che state studiando in quel momento e argomenti simili che avete già memorizzato. Il caldo non aiuta di certo a concentrarsi nello studio quindi vi consigliamo anche una buona alimentazione, ricca di alimenti freschi e soprattutto tanta acqua durante tutta la giornata. Arrivare distrutti alle prove di Maturità non è la corretta modalità per affrontare al meglio gli scritti e la commissione: anzi!
  • Presupponendo che studiate tutta la giornata, tentate di iniziare nelle ore più fresche: non diciamo di svegliarvi alle 6 ogni mattina, ma dare il via alla giornata di studio per le 8.30/9 dopo una abbondante colazione che vi faccia partire con l’energia giusta, vi farà arrivare alle ore più calde della giornata, ovvero le 13/14, già avanti rispetto la tabella di marcia che vi siete prefissati e vi permetterà di riposarvi in quelle ore di caldo asfissiante. Inolte, è vero che le materie da studiare sono tante ma non rimanete attaccati alla scrivania per ore ed ore: fate della pause ogni tanto per sgranchirvi le gambe, prendere aria, bere qualcosa e fare due chiacchiere: il vostro cervello ha bisogno di pause per riordinare i concetti oppure andrete presto in confusione e non ricorderete quasi nulla di ciò che state preparando.
  • Dipende tutto da voi: c’è chi si trova meglio a studiare con il fresco della sera fino a tardi, ma il nostro consiglio è di sforzarvi di iniziare la giornata ad orari normali; studiare fino a tardi presuppone che vi alziate per ora di pranzo, quando il caldo è così pesante che l’idea di aprire il libro non vi passerà nemmeno per la testa.
  • Infine ci sentiamo di consigliarvi anche questo: prestate attenzione a ciò che accade intorno a voi. Dovreste farlo sempre, ma i giorni prima della Maturità sono fondamentali anche per raccogliere informazioni di attualità. Non siete mai sicuri di che cosa può capitarvi alla prima prova scritta oppure come domanda durante il colloquio: i saggi brevi, anche l’analisi del testo in prima prova può chiedervi di inserire aspetti di attualità, come l'analisi del testo sul viaggio di Claudio Magris alla Maturità 2013, il cui ultimo punto richiedeva un riferimento ad altri autori contemporanei o esperienze personali (o di attualità) che trattassero lo stesso tema.
     

MATURITA' 2016: TUTTO QUELLO CHE TI SERVE. Pronto per gli esami? Ecco quello che ti serve:

Commenti

Commenta Maturità: come organizzare lo studio.
Utilizza FaceBook.