Articoli Esame Maturità

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Terza prova di maturità, come organizzare il ripasso finale

TERZA PROVA MATURITÀ: COME ORGANIZZARE IL RIPASSO FINALE. Manca ancora molto alla Maturità 2017, ma noi vogliamo iniziare l'anno con il piede giusto e organizzare bene tutto lo studio in vista delle prove dell'Esame di Stato. Tra le prove scritte, anche la terza prova vuole la sua parte nonostante la prima prova quella ce inaugura la Maturità  e la seconda prova sia quella che mette più ansia. Ripassare tutti i programmi è certamente un’impresa titanica, ma con un po’ di organizzazione razionale si può fare! Lo sforzo è considerevole ma ne varrà la pena. Come si fa a studiare tutto quando si sta per essere chiamati a rispondere a diverse domande su più materie? Forse è proprio questo aspetto che vi allarma di più, dover essere preparati su programmi molto vasti e il timore di non riuscire a finire tutto per tempo vi angoscia. Bene, armatevi di concentrazione, vi spiegheremo come ottimizzare i tempi per il tour de force finale!


TERZA PROVA MATURITÀ 2017: COME ORGANIZZARE IL RIPASSO DI TUTTE LE MATERIE. Per prima cosa, è necessario procedere con ordine, ci vuole una tabella di marcia ben organizzata per finire tutto il materiale in tempo per il quizzone. Ovviamente, la prova non riguarderà tutte le materie, ma solo quelle dei professori che compongono la commissione, e questa è già una notizia rincuorante! È un buon punto di partenza, ma ora, chiarito questo aspetto della terza prova, passiamo a capire come pianificare al meglio il ripasso:

  • Iniziamo ad organizzare lo studio con una tabella di marcia rigorosa. Avere un quadro generale di cosa ripassare nel dettaglio, vi aiuterà a tenere i nervi saldi e a non scordare nulla. Poi passate a stabilire i tempi che avete a disposizione, destinandone parte anche alle pause e al riposo, altrimenti finirete per dare di matto! Non vi scoraggiate, cercate di trarre il meglio da questi ultimissimi giorni!
  • Fase del ripasso: la cosa più importante è tenere presente che si tratta di una prova che non pretende lunghi discorsoni, ma risposte a domanda multipla o aperta, che però non richiedono lunghe trattazioni.Dunque per la terza prova non è necessario approfondire e sviscerare gli argomenti delle diverse materie: dovete solo identificare le parti importanti, le cose essenziali, in modo da riuscire ad avere tutto il quadro completo. Per questo motivo servitevi degli schemi e dei riassunti fatti durante l’anno per il ripasso per focalizzare le parti necessarie, le parole chiave, le date, ecc…
  • Procedete ripassando le singole materie, e non provate assolutamente a ripetere tutto insieme. Meglio una cosa per volta. Appena finite il programma, passate a quello successivo. Le cose vanno fatte sempre con ordine. Una volta terminata una materia, non ritornate sui vostri passi, tenete conto anzi che non avete moltissimo tempo a disposizione!
  • Organizzate la fase del ripasso con qualche compagno di scuola e vicendevolmente interrogatevi per testare le vostre conoscenze. Se non sapete rispondere a qualche domanda, ritornateci su e cercate di memorizzate l'argomento che può esservi sfuggito!
  • Ricordate di concedervi delle pause, il cervello potrebbe andarvi a fuoco per il troppo ripasso. A parte gli scherzi, è necessario per non affaticarvi troppo e in più rischiereste di confondervi.
     

MATURITÀ 2017: TUTTO SULLA TERZA PROVA. Ecco tutte le nostre risorse sulla terza prova per non trascurare nulla ed essere prontissimi per affrontare il quizzone:

Tieni sotto controllo il calendario delle prove: Maturità 2017: date

Commenti

Commenta Terza prova di maturità, come organizzare il ripasso finale.
Utilizza FaceBook.