Articoli Esame Maturità

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Tesina maturità: come fare la mappa concettuale

TESINA MATURITA’: COME FARE LA MAPPA CONCETTUALE. È il rush finale per la Maturità 2016, non manca molto, ma hai ancora molto da fare, studio, compiti, ultime interrogazioni e soprattutto la tesina per l’esame orale. Stai pensando ad un modo per presentarla davanti ai commissari della Maturità? Perché non proporre una mappa concettuale completa e esaustiva? Sarebbe un ottimo punto di partenza, non trovi? Se però, ancora non sai come organizzare e pianificare tutti gli argomenti e i collegamenti, non resta che seguire attentamente questo articolo dove spiegheremo come costruire una mappa concettuale adatta per presentare la tua tesina! Ecco come svilupparne una efficace e al contempo sintetica con tutti gli elementi essenziali, e quali sono i consigli da seguire letteralmente per fare una mappa perfetta!


 

TESINA MATURITA’ 2016: COME REALIZZARE UNA MAPPA CONCETTUALE.  Come sai, la tesina della maturità è un’arma importante per tutti i maturandi per fare una buona impressione davanti ai commissari. Le idee e la scelta dell’argomento sono essenziali per la riuscita della tesina ma al contempo, conta davvero tanto la sua realizzazione. Come fare dunque una mappa concettuale riassuntiva che contempli i principali argomenti trattati nel tuo percorso personale e  che non trascuri i concetti salienti, quelli che effettivamente discuterai nei minuti dedicati alla sua presentazione? Bene, con un po’ di pratica, ordine e concentrazione ti aiuteremo a pianificare una mappa concettuale che non faccia crepe e sia perfetta per la tua esposizione orale. Ecco i nostri consigli per iniziare nel modo giusto nel caso tu non avessi ancora scelto argomento e collegamenti della tesina, poi passeremo alla parte più importante, ovvero come creare dal nulla una mappa concettuale ben fatta!

  • Fase 1: la scelta dell’argomento. Questa è la fase più complicata perché decidere l’argomento non è un’operazione semplice. Cercane uno che ti coinvolga e che catturi l’attenzione. Che tu scelga un tema originale o classico che va per la maggiore, l’importante è che ti appassioni o che comunque ti faccia sentire a tuo agio quando ne parli.
  • Fase 2: trovare i collegamenti. Dopo aver scelto l’argomento è il momento di iniziare a fare i collegamenti tra le materie. Ricordati che è importante non strafare, non collegare per forza tematiche che non si adattano alla perfezione all’argomento centrale della tua tesina. Segui la regola del meglio poco ma fatto bene! Per meglio sviluppare il tuo percorso, chiedi un consiglio ai tuoi prof. e consulta insieme a loro, o per conto tuo, i programmi studiati a scuola. Tieni a mente anche questo: i collegamenti possono essere riferiti direttamente alla tematica centrale, oppure collegarsi tra loro. In questo secondo caso fai molta attenzione a non andare fuori tema!

COME SI FA UNA MAPPA CONCETTUALE PER LA MATURITA’: Passiamo ora alla creazione vera e propria della mappa concettuale della tesina di Maturità, che chiameremo Fase 3. Per creare la mappa puoi servirti di diversi programmi studiati ad hoc per concepire le mappe concettuali, ma se non disponi di questi mezzi puoi utilizzare programmi semplici, come il power point! Creare una mappa significa, in poche parole, sviluppare degli schemi sintetici che comprendano le parti salienti della tua tesina. La mappa ha un duplice aspetto positivo: il primo è quello di poter visualizzare tutti i collegamenti riassunti in un unico schema, e il secondo è che questo schema può essere utilissimo anche nella fase di ripasso della tesina!
I  passi fondamentali per creare una mappa concettuale sono:

  1. Individuare i contenuti da inserire nella mappa (quindi i concetti fondamentali!)
  2. Stabilire i collegamenti da fare e capire come legarli tra loro e/o all’argomento centrale
  3. Organizzare i concetti sui vari livelli (in modo da riprodurre il ragionamento che ti ha portato a scegliere argomenti e collegamenti)
  4. Creare il proprio schema con figure geometriche e colori

Come fare quindi a creare la mappa?

  • Primo passo: costruisci un diagramma inserendo forme a te più congeniali in base a ciò che devi visualizzare e mettere in evidenza;  unisci le forme geometriche create con le frecce di collegamento. L’importanza delle forme che sceglierai non va sottovalutata però, perché utilizzare diverse figure geometriche è utile per capire il ruolo logico che occupano nel diagramma e soprattutto per stabilire i collegamenti. Anche i colori hanno la loro rilevanza: una volta concepito il diagramma, accosterai i colori ai collegamenti.
  • Secondo passo: al centro del diagramma andrà messo il titolo del tuo percorso ben in evidenza, in modo tale da catturare sin da subito l’attenzione; da questo si dirameranno varie frecce che ovviamente rimandano agli argomenti delle diverse discipline.
  • Nota Bene: deve essere un lavoro fatto bene, ordinato e chiaro, in modo che tutti riescano a capire, fin dalla prima occhiata, il lavoro svolto nella sua completezza! Infine, se vuoi approfondire un po', puoi creare delle mappe concettuali secondarie relative ai vari collegamenti che hai effettuato, una per ogni materia.

MAPPE CONCETTUALI TESINA MATURITÀ ESEMPIO:  Per chiarirti meglio la situazione, ecco alcune mappe già pronte; qui potrai dare un’occhiata per vedere come sono state concepite e prendere direttamente spunto per la tua realizzazione della mappa. Ecco il nostro elenco:

TESINA MATURITA': LE NOSTRE RISORSE. Ecco il kit di pronto soccorso per fare la tesina o la mappa concettuale. A tua disposizione le nostre guide:

MATURITA' 2016: TUTTO PER PREPARARSI ALL'ESAME DI STATO: Ecco le nostre guide:

Commenti

Commenta Tesina maturità: come fare la mappa concettuale .
Utilizza FaceBook.