7 AUTORI DELLA VERSIONE DI LATINO MATURITÀ 2017 CHE NON USCIRANNO

Quale autore uscirà nella versione di latino per la seconda prova Liceo Classico Maturità 2017? Tutti gli studenti del Liceo Classico sono in fibrillazione: è arrivato anche il giorno della versione di latino! Tra ansie e paure, proviamo a tirare le somme prima della tempesta! I maturandi fanno i conti con ciò che è uscito negli anni precedenti e con ciò che auspicano per il loro bene e il buon esito della seconda prova, sperando in un autore che conoscono e che non sia troppo complicato tradurre. Purtroppo non possiamo tirare ad indovinare ma abbiamo fatto le nostre ricerche per aiutarvi: vediamo allora insieme quali autori latini non sono mai usciti o non usciranno alla Maturità 2017.

Non perdete:

AUTORI LATINO MATURITÀ 2017 CHE NON USCIRANNO

 Ci sono autori di latino che non avete mai sentito nominare vero? Non siete i soli, non vi preoccupate…non si tratta di essere onniscienti poiché alcuni autori non sono mai usciti o non vengono studiati perché non inseriti nei programmi dell’ultimo anno scolastico. Per farvi un esempio: anno 2001, versione di greco. Uscì Epitteto, un nome che quasi nessun studente del Liceo Classico aveva sentito nominare e rimasero a bocca aperta! Ecco, non ci auguriamo questo per voi domani, ma bisogna essere preparati a tutto. Anche tra gli autori più conosciuti e studiati ce ne sono alcuni mai usciti, nomi illustri mai apparsi in una versione di latino in seconda prova di maturità al liceo classico.Virgilio, per esempio, mai preso in considerazione tra le scelte del Miur, o Giulio Cesare, Sallustio, Lucrezio. Ma anche autori come Catullo, Orazio, Plauto e Terenzio, che non hanno mai  mai incontrato i favori del Ministero.

SECONDA PROVA MATURITÀ 2017: AUTORI LATINO CHE NON USCIRANNO

 Diciamoci la verità, il Ministero potrebbe sempre fare una sorpresa, non sarebbe la prima volta. Sarebbe auspicabile un grande classico, come Seneca ad esempio o Quintiliano, ma chiediamo troppo. Lo speriamo vivamente per voi, sarebbe davvero un bel regalo di congedo dalla scuola, ma non si può mai dire! Chi sono quindi gli outsider? Chi tra gli autori latini non è mai uscito e mai uscirà? O perché davvero troppo ostico, oppure perché non inserito nei programmi scolastici. Qualche nome vi risulterà familiare, alcuni non li avete mai sentiti, ci possiamo mettere la mano sul fuoco!

  • Cornelio Nepote: vi dice qualcosa questo nome? Fu un biografo, ma il Miur non ha mai pensato a lui per la prova…
  • Tibullo, poeta elegiaco mai uscito… temiamo ancora per molto.
  • Grazio Falisco, poeta del periodo augusteo. Neanche inserito nei programmi scolastici.
  • Gaio Giulio Igino: bibliotecario, poeta e mitografo; è giunto troppo poco dei suoi scritti per essere contemplato.
  • Marco Verrio Flacco grammatico, filosofo: un po’ troppo ostico per essere scelto dal Miur.
  • Gaio Valgio Rufo poeta, ma non crediamo che possa essere scelto per la seconda prova!
  • Giulio Ossequente, autore della fine del periodo imperiale che ha scritto un libro di prodigi. Molto insolito e non inserito nei programmi scolastici.

Leggi anche: 

AUTORE VERSIONE LATINO MATURITÀ 2017

 Insomma, tutto è avvolto nel mistero. Ci sono autori più amati dal Miur, questo è evidente, per esempio Cicerone o Seneca, e altri neanche presi in considerazione ( e forse, adire tutta la verità è un bene). Per provare a capire i criteri di scelta del Miur, dobbiamo partire analizzando le prove degli anni precedenti, così da individuare chi sono gli autori scelti più di frequente in questi anni dal Ministero per la versione di latino di Maturità. Ecco la lista completa:

  • Cicerone: è il più amato in assoluto: è stato scelto ben 20 volte, di cui 2 volte negli ultimi 15 anni (2002 e 2009).
  • Seneca: amatissimo dal Miur, proposto per 15 volte, di cui 3 volte dal 2001 a oggi (2003, 2007 e 2011).
  • Tacito: il Ministero si è affidato a Tacito per 4 volte, l’ultima nel 2015.
  • Quintiliano: 3 volte di cui l’ultima nel 2013.
  • Petronio: scelto per 2 volte; manca sui banchi della Maturità dal lontano 1992.
  • Valleio Patercolo: è stato scelto 2 volte, nel 1963 e nel 1964.
  • Plinio il Giovane: manca da oltre trent’anni; è comparso come autore di seconda 2 volte, nel 1965 e nel 1985.
  • Apuleio: questo autore è stato scelto solo 1 volta dal Miur nel 1965.
  • Claudio Marmetino: vanta una sola apparizione nel 1966.
  • Aulo Gellio: è stato scelto 1 volta dal Ministero, nel 1971.
  • Macrobio: 1 volta nel 1994.
  • Vitruvio: stessa sorte per Vitruvio , scelto nel 2000.

Per approfondire leggi:

Se avete dubbi sulla traduzione consultate la nostra raccolta completa di versioni tradotte:

VERSIONE DI LATINO MATURITÀ 2017: GUIDA ALLA TRACCIA

Ecco le nostre risorse utili per la seconda prova Liceo Classico:

Iscrivetevi al gruppo Facebook: Maturità 2017: #esamenontitemo