7 TECNICHE PER INIZIARE L'ORALE DI MATURITÀ

Cari maturandi, la Maturità 2017 si avvicina alla sua conclusione! Ora che gli scritti sono archiviati, manca solo l’esame orale e poi finalmente arrivano le meritatissime vacanze. La prova orale è tuttavia quella che vi spaventa di più? Avete paura di andare nel panico e di fare scena muta davanti alla Commissione? L’orale è una prova fondamentale non solo perché vale tanti punti (ben 30), ma anche perché vi darà la possibilità di rimediare agli errori commessi negli scritti quindi è una bella opportunità per fare bella figura e ottenere un voto migliore. Avete presente il detto “Chi bene incomincia è a metà dell’opera”? Per fare un buon orale di Maturità è necessario iniziare con il botto: ecco di seguito i nostri consigli per iniziare il colloquio orale e vedrete che l’esame sarà tutto in discesa!

Potrebbe interessarvi: Esame orale Maturità: le dritte

7 tecniche per iniziare l'Orale di Maturit?

ORALE DI MATURITÀ: 7 STEP DA SEGUIRE PER INIZIARE BENE

Iniziare bene l’orale di Maturità è importante sia perché vi metterà in buona luce con la Commissione sia perché vi permetterà di calmarvi e avere un po’ meno ansia così da affrontare con più serenità la seconda parte dell’esame (la più difficile con le domande libere) e poi la correzione degli scritti. Come iniziare quindi al meglio l’esame orale di maturità? Seguite questi 7 step e farete sicuramente bene:

  • Non essere in ritardo. Sembra una banalità, ma non lo è: arrivare in orario all’esame di maturità è fondamentale per evitare figuracce. Anche arrivare trafelati e a corsa potrebbe mandarvi nel pallone. Partite quindi con un certo anticipo rispetto all’orario per cui è previsto il vostro colloquio (a volte capita che le commissioni siano anche in anticipo sulla tabella di marcia), preparate tutto l’occorrente per l’esposizione della tesina e il documento d’identità e attendente il vostro turno. Quando sarete chiamati, fate un bel respiro ed entrate.
  • Attenzione all’abbigliamento. L’apparenza non è tutto, ma in queste occasioni serve comunque per dare una prima buona impressione. Scegliete un abbigliamento adeguato al contesto, evitando gonne corte, scollature, bermuda, cappellini, costumi, top, occhiali da sole e ciabatte infradito. D’altro canto però scegliete anche qualcosa di confortevole e adeguato alle calde temperature: evitate la giacca, ad esempio, se vi costringe o iniziate a sudare al secondo minuto. Questo potrà mettervi in imbarazzo o non farvi concentrare.  
  • Salutate la commissione. Presi dall’ansia e dalla paura di sbagliare, a volte viene meno l’ABC dell’educazione. Quando entrate in classe salutate la commissione in modo chiaro con un "Buongiorno", rispondete a eventuali domande per rompere il ghiaccio dei professori con qualche parola in più di un grugnito, se vi avvicinate ai singoli professori per dare loro il materiale della tesina, salutate nuovamente. Un bel sorriso, mi raccomando, date del Lei e concentratevi. 
  • Distribuite il materiale della tesina. Si inizia con la tesina, quindi la prima cosa da fare è distribuire il materiale che avete preparato (es. una copia della tesina o mappa concettuale) a tutti i commissari, presidente incluso. Se avete preparato la preparazione PowerPoint chiedete di potervi posizionare per collegare il computer al proiettore (meglio avere provato prima dell’esame se tutto funziona). Sedetevi di fronte alla commissione in modo da essere visibili a tutti e non dare le spalle a nessuno.
  • Non perdetevi in discorsi inutili e fuori luogo. Per smorzare l’ansia o prendere tempo non iniziate a parlare a vanvera di argomenti che non c’entrano niente con l’esame a meno che non siate esortati in qualche modo dall’intervento di un professore.
  • Illustrate le motivazioni per la scelta della tesina. A questo punto tutto è pronto per iniziare con l’esposizione della tesina. La prima cosa da fare è spiegare brevemente l'argomento di cui parlerete e illustrare le motivazioni che vi hanno spinto a scegliere quell’argomento, prima di passare alla trattazione specifica. Articolare la propria scelta dà un tocco personale al vostro lavoro, fa trasparire il vostro interesse ed è un modo per suscitare l’attenzione della commissione che guarderà con più attenzione al vostro lavoro.
  • Curate l’esposizione. A questo punto iniziate con l’esposizione della tesina cercando di esporre tutti i punti salienti nei 10-15 minuti che avete a disposizione. Ricordatevi di parlare a voce forte e chiara, non troppo veloce, evitando slang o dialetti, ma parlando in italiano corretto (attenzione ai congiuntivi!). Schiena dritta e atteggiamento sicuro (che non significa strafottente), cercate di guardare tutti i membri della commissione durante l’esposizione per coinvolgerli dritto negli occhi, ma non fissateli continuamente. Evitate occhi bassi, voce tremolante, braccia conserte, posizioni stravaccate. Inoltre se non vi ricordate un passaggio nella tesina o una data, non vi fermate: andate avanti!
     

MATURITÀ 2017: IL VOTO E L'ESAME ORALE

Ora che avete le giuste dritte per l'esame di Stato, correte a scoprire le nostre risorse con tutto quello che dovete sapere sugli orali della Maturità 2017 e sul calcolo del voto!