COMMISSARI ESTERNI MATURITÀ 2018 MATERIE E NOMI

La Maturità 2018 è sempre più vicina e, tra i tanti dubbi, ciò che tormenta i maturandi sono le commissioni dell’Esame di Stato (che saranno composte da tre membri esterni e tre membri interni): in particolare, i 3 docenti esterni preoccupano di più, in quanto, fino alla fine, non si conoscerà la loro identità. La prima informazione che avremo riguarderà le materie della maturità 2018, che verranno annunciate a fine gennaio, dunque tra pochissimo! Il Ministero, come ogni anno, rivelerà non solo le materie della seconda prova, ma anche le materie che verranno affidate ai commissari esterni. Tolto questo dubbio, non ci rimane che attendere i nomi dei commissari esterni, annunciati intorno al mese di maggio. Detto questo, non ci resta che rimboccarci le maniche e scoprire tutto quello che bisogna sapere sui commissari esterni della maturità 2018 dalle materie ai nomi passando per il regolamento del Ministero.

Ecco nel dettaglio cosa potrai trovare in questa nostra maxi guida:

commissari esterni maturit? 2017

MATERIE COMMISSARI ESTERNI MATURITÀ 2018

Alla maturità 2018 la Commissione sarà composta esattamente come negli ultimi anni: 3 materie saranno affidate ai commissari interni e 3 materie ai commissari esterni. In più ci sarà il Presidente di Commissione (anche lui esterno), che coordinerà tutto l’Esame di Stato.
Le materie affidate ai commissari esterni saranno rivelate verso la fine di gennaio, insieme alle materie della seconda prova di maturità. Il Miur pubblicherà tutto sul sito dedicato all’Esame di Stato e probabilmente annuncerà le proprie decisioni sia su Facebook che su Twitter come ha fatto gli anni scorsi.

Scopri di più sul regolamento

COMMISSARI ESTERNI 2018: COSA POSSONO CHIEDERE

Una volta essere venuti a conoscenza delle materie affidate ai commissari esterni bisogna dedicare una particolare attenzione a queste discipline e studiare tutto il programma svolto nel corso dell’anno. Non bisogna aver paura: durante il colloquio orale i docenti si baseranno unicamente su quello che c’è scritto sul programma, quindi basterà ripassare tutto.
Non trascuriamo poi l’importanza dei commissari esterni anche in riferimento alle prove scritte (che vengono corrette collegialmente!):

  • la prima prova, la cui valutazione è spesso soggettiva, è quella che un po’ potrebbe penalizzarci. Tuttavia, per prendere un voto alto anche con il commissario esterno ricordiamo di stare attenti alla grammatica, di centrare l’argomento, di riportare informazioni esatte, di seguire le regole specifiche per ogni tipologia di tema.
  • la seconda e la terza prova sono più oggettive, per cui saremo giudicati in base al numero di errori che faremo.

Per quanto riguarda il colloquio orale, i commissari esterni nello specifico potrebbero chiedere:

  • argomenti collegati alla nostra tesina, dunque studiamo tutto ciò che è collegato ad essa
  • temi a cui sono particolarmente interessati: per scoprirlo basta chiedere agli allievi del commissario esterno!

Non perderti: 

NOMI COMMISSARI ESTERNI MATURITÀ 2018

Per conoscere i nomi dei commissari esterni invece bisognerà aspettare fino a maggio, quando il Miur pubblicherà online i nomi dei docenti con le rispettive materie e prove di maturità. Non appena saranno pubblicati, troverai qui tutti i nomi dei commissari esterni:

Hai bisogno di informazioni e consigli sulla maturità? Iscriviti al gruppo: Maturità 2018: #esamenontitemo