COMMISSARI INTERNI MATURITÀ 2018: CHI SONO E COSA CHIEDONO

Uno degli aspetti più stressanti della Maturità 2018, per voi studenti che vi apprestate a preparare gli esami, è relazionarsi con la Commissione d’Esame, composta come sapete, da tre commissari esterni e tre commissari interni più un Presidente di Commissione. Lo stress e il panico sono proporzionali al fatto che, mentre le materie affidate ai commissari esterni (così come le materie della seconda prova) si conoscono da fine gennaio, il dubbio più atroce riguarda chi saranno i commissari esterni.
Ovviamente, quindi, gli occhi sono puntati sui commissari esterni, che non conoscete, ma gli interni? Chi saranno i professori che vi accompagnano durante il percorso, che domande faranno, saranno benevoli? Per rispondere a queste e ad altre domande ti proponiamo una guida sulla figura dei commissari interni che ti aiuterà a conquistarli e a non sottovalutare la loro importanza.

Tra pochissimo l’annuncio dei nomi dei commissari esterni! Leggi qui tutte le news: Nomi commissari esterni maturità 2018

Commissari interni Maturit? 2017: chi sono e cosa chiedono

COMMISSARI INTERNI MATURITÀ 2018

Per prima cosa facciamo chiarezza: chi sono i commissari interni? Le commissioni dell’esame di Stato sono state svelate. Sappiamo anche il numero: saranno tre e sono stati scelti dal consiglio di classe solo dopo la pubblicazione le materie affidate ai commissari esterni. Di conseguenza, come logica vuole, le materie rimaste toccheranno in sorte ai tuoi professori che potranno occuparsi al massimo di due classi, non di più.

Per maggiori informazioni leggi:

COMMISSARI INTERNI MATURITÀ: COSA CHIEDONO?

La seconda domanda a cui tenteremo di dare una risposta è: cosa chiederanno i commissari interni? La norma generale prevede che ogni professore della commissione di maturità potrà interrogare solo ed esclusivamente sul programma dell’ultimo anno della materia in questione. Però se per esempio al tuo professore di italiano e latino è stata affidata la materia di italiano, essendo abilitato anche nell’insegnamento del latino potrà interrogare su entrambe le materie.

Non perderti:

COMMISSARI INTERNI MATURITÀ 2018: LE DRITTE PER CONQUISTARLI

Infine veniamo ad un punto importantissimo: come conquistare i tuoi professori interni in vista della Maturità 2018? Questo è un aspetto molto delicato perché non sempre si ha un rapporto privilegiato con i propri insegnanti. Questo è dovuto a molteplici fattori: antipatie, rapporti burrascosi, materie che non piacciono o che non si studiano… in vista della Maturità però tutte queste problematiche devono essere come minimo limate, perché verrai interrogato all’esame orale anche dai prof. interni e non puoi rischiare nulla.
Il nostro consiglio è di impegnarti più che puoi soprattutto durante l’anno, dimostrando che stai prendendo la cosa seriamente e con impegno: iniziando a far cambiare idea già in corso d’opera ai tuoi insegnanti, metterai qualche mattoncino per gli esami. A questo proposito, approfitta della tesina per coinvolgerli, chiedere consigli e dimostrarti interessato alle lezioni. In più cerca di arrivare sempre preparato durante le interrogazioni e i compiti. Questa strategia sarà utile ai fini dell’esame di Stato! Se invece sei sempre stato uno studente modello e hai l’appoggio dei tuoi insegnanti, il grado di ansia diminuisce e, in linea di massima, i commissari interni non saranno un problema!

Per una mano in più affidati a noi: Tesina Maturità: argomenti e collegamenti

MATURITÀ 2018:  TUTTO SULL’ESAME DI STATO

Se hai altri dubbi o vuoi ricevere altre informazioni affidati a noi. Ecco le nostre risorse: