COMMISSIONI MATURITÀ 2017: COME E QUANDO VENGONO SOSTITUITI I COMMISSARI

Le settimane stanno letteralmente volando e la Maturità 2017 si avvicina sempre di più: dite la verità, oltre alla tremarella per le prove quello che vi preoccupa di più sarà la composizione delle Commissioni di Maturità. Se con l'annuncio delle materie affidate ai commissari esterni avete avuto la certezza di quali saranno le discipline esaminate dai docenti esterni, dall'altro ancora avete sicuramente qualche dubbio su quali saranno gli insegnanti interni. Di certo ci sarà il prof della materia di seconda prova, mentre per quanto riguarda gli altri due sarà il Consiglio di Classe a decidere. Niente paura però: oggi, 30 maggio 2017, vi sarà comunicata la composizione completa della Commissione, conoscerete i nomi dei commissari esterni e finalmente avrete tutto quello che vi serve per iniziare gli Esami di Stato alla grande. Ma cosa succede nel caso in cui un commissario non può presentarsi agli Esami? In questo caso il docente verrà sostituito: vediamo come. 

Non perderti: Commissari esterni Maturità 2017

commissioni maturit? 2017 come vengono sostituiti commissari

COMMISSARI ESTERNI E INTERNI MATURITÀ 2017: COME VENGONO SOSTITUITI

La cosa principale da sapere è che la Commissione di Maturità deve essere al completo per poter svolgere il proprio lavoro, il che significa che ci dovranno per forza essere 3 commissari interni, 3 commissari esterni e 1 Presidente di Commissione. Non è consentito ai Commissari di rifiutare il proprio incarico, salvo ovviamente legittimo impedimento i cui motivi devono essere documentati e accertati. Durante la riunione preliminare del 19 giugno il Presidente di Commissione o, in caso di assenza, il commissario più anziano, dovrà verificare la composizione della Commissione e segnalare i commissari esterni assenti al Direttore Generale o al Dirigente dell'Ufficio Scolastico Regionale, mentre i commissari interni verranno segnalati al Dirigente Scolastico. I sostituti del commissari interni saranno quindi nominati dal Dirigente Scolastico, mentre i sostituti dei commissari esterni saranno scelti dal Dirifente dell'Ufficio Scolastico Regionale.
 

COMMISSIONE MATURITÀ 2017: SI POSSONO SOSTITUIRE I COMMISSARI DOPO LE PROVE SCRITTE?

Può accadere che un commissario abbia un impedimento durante o dopo lo svolgimento delle prove scritte. Cosa succede allora in questi casi? Anche qui è possibile sostituire l'insegnante sempre nelle modalità sopra indicate. Se invece il commissario deve assentarsi per un solo giorno, le operazioni d'esame possono continuare tranquillamente, ma non per il colloquio orale, in quanto in questo caso la prova deve svolgersi sotto gli occhi dell'intera Commissione, che dovrà poi assegnare subito il punteggio ottenuto dallo studente.

MATURITÀ 2017, COME E QUANDO VIENE SOSTITUITO IL PRESIDENTE DI COMMISSIONE

Infine, non dimentichiamo il Presidente di Commissione: i commissari possono procedere con le operazioni d'esame che non richiedono la presenza dell'intera Commissione anche senza il presidente, ma solo per un giorno. Se l'impedimento dura di più o avviene proprio in concomitanza con il colloquio orale, allora in questo caso occorrerà nominare un sostituto. 

COMMISSARI MATURITÀ 2017: TUTTE LE INFO

Se vuoi saperne di più sui commissari interni ed esterni non perderti le nostre guide:

Iscriviti al gruppo Facebook Maturità 2017: #esamenontitemo