Maturità 2018: il documento del 15 maggio

La Maturità 2018 è drammaticamente vicina: tutto avrà inizio il 20 giugno con la prima prova di maturità e a seguire tutte le altre (per conoscere le date precise, consultate: Date Maturità 2018: calendario Miur giorni e prove) ma c’è una data che al momento dovrebbe preoccuparvi più delle altre! Il 15 maggio, infatti, deve essere consegnato dai consigli di classe delle quinte superiori un documento fondamentale per la terza prova e per il colloquio oraleSi tratta di un documento utile alla commissione esterna che non vi ha seguito durante l’anno, per preparare la terza prova e le domande per gli orari sulla base degli argomenti studiati durante l’anno. Tutto ciò che non è presente su quel documento, non vi può essere chiesto. Tutto chiaro?

Leggi anche: Documento 15 Maggio Maturità 2018: criteri non rispettati

Maturità 2018: novità documento 15 Maggio

L’ordinanza del Miur stabilisce che i consigli di classe delle quinte superiori predispongano il documento del 15 maggio da consegnare ai commissari esterni. In questo documento devono essere segnalate tutte le indicazioni sui programmi svolti durante l’anno scolastico dagli studenti. Esso deve necessariamente contenere:

  • metodi, tempi e contenuti del percorso formativo di ogni studente;
  • strumenti e criteri di valutazione che sono stati utilizzati per i voti;
  • obiettivi raggiunti dalla classe;
  • tutti gli elementi utili per lo svolgimento delle prove, soprattutto per il terzo scritto e il colloquio orale

Ricordiamo che l’importanza del documento del 15 maggio risiede nel fatto che quelli riportati saranno gli argomenti oggetto del vostro esame. Sarà una sorta di vademecum per voi per sapere precisamente su cosa bisogna essere preparati. Mi raccomando, prestategli attenzione e in bocca al lupo a tutti!

Leggi anche:

Iscriviti al gruppo: Maturità 2018: #esamenontitemo