DATA TERZA PROVA 2017: DOVE SLITTERÀ

Affrontate le tanto temute prima e seconda prova della Maturità 2017, con argomenti ed esercizi interamente scelti dal Ministero, ora è la volta della terza prova o famoso Quizzone che avverrà lunedì 26 giugno e che, a quanto pare, a causa dei ballottaggi dovuti all’elezioni in molte città italiane sarà posticipata a martedì 27 giugno.
Ora è da capire se sia una cosa positiva o negativa per gli studenti in fremito per concludere questo preoccupante Esame di Stato! La terza prova, ricordiamo, consiste in un quiz, con domande aperte o a risposta multipla, formulate dalla Commissione dei professori esterni ed interni, ma nonostante ciò desta non poche preoccupazioni. Il fatto che la terza prova in alcune città verrà posticipata non può essere di certo un dramma: anche se l’ansia e la preoccupazione saranno protagonisti per altre 24 ore, la cosa positiva è che queste ore in più potranno essere compensate da approfondimenti, studio e ripetizioni.
Chissà se i ragazzi che affronteranno la prova il 27 giugno saranno invidiati da quelli che la dovranno affrontare il giorno prima! Ma adesso basta chiacchiere: vediamo nel dettaglio quali sono i comuni che dovranno posticipare la data della terza prova.

Leggi anche la guida per rispondere bene a tutti i quesiti: Terza Prova Maturità: le sei tipologie

data terza prova dove slitter?

TERZA PROVA MATURITÀ 2017: DOVE VERRÀ POSTICIPATA

La terza prova, come da stabilito dal calendario ministeriale, sarebbe stata per tutti i comuni Italiani il 26 Giugno 2017, ma a causa dell’elezioni e di conseguenza dei ballottaggi in alcune Città slitterà al 27 giugno. Ecco alcuni dei comuni dove avverrà il ballottaggio e quindi lo slittamento della terza prova:

  • L’Aquila (Abruzzo)
  • Catanzaro (Calabria)
  • Piacenza (Emilia-Romagna)
  • Gorizia (Friuli-Venezia-Giulia)
  • Como (Lombardia)
  • Genova (Liguria)
  • Lecce (Puglia
  • Palermo (Sicilia)
  • Lucca (Toscana)
  • Verona (Veneto)

Leggi anche: Terza prova Maturità: cosa portare

TERZA PROVA 2017: IL COMPITO E DRITTE LAST MINUTE

Bene, chiarito il dilemma data, ricapitoliamo brevemente cosa dovrete affrontare il giorno della terza prova. Secondo quanto stabilito dal regolamento del Miur, ricordiamo che il numero delle materie deve essere minimo 4 e massimo 5, mentre il numero dei quesiti varia iin base alla tipologia scelta. La prova può essere costituita da una sola delle seguenti tipologie che possono essere utilizzate anche cumulativamente:

  • non più di 5 argomenti per la trattazione sintetica
  • da 10 a 15 quesiti a risposta singola
  • da 30 a 40 quesiti a risposta multipla
  • non più di 2 problemi scientifici a soluzione rapida, tali cioè da non richiedere calcoli complessi
  • non più di 2 casi pratici e professionali
  • 1 progetto

Concluse tutte le informazioni su date e struttura della terza prova sarebbe bene ricordare su cosa e come studiare per bene per affrontarla al meglio e concludere la parte degli scritti di questa Maturità 2017:

  • Capire bene gli argomenti  e le materie che completeranno la prova
  • Ripetere gli argomenti studiati durante l’anno visto che la prova verterà su il programma svolto
  • Suddividere bene lo studio per non creare confusione fra una materia e l’altra

Forza e coraggio ragazzi, tutto sta per finire!

Leggi anche: Terza prova Maturità: la normativa

TERZA PROVA MATURITÀ 2017: TUTTE LE INFO

Per ora è tutto, ma ricordateci di seguirci sempre e di affidarvi ai nostri preziosi consigli sulla Terza Prova 2017:

Se vuoi avere informazioni, consigli e aiuto per l’esame di Maturità 2017, iscriviti al gruppo Facebook Maturità 2017: #esamenontitemo