Materie Seconda Prova 2018: l’errore del Miur per Servizi Commerciali

Ci avviciniamo sempre di più alla Maturità 2018 e piano piano iniziano a spuntare (come ogni anno) gli errorucci del Ministero. Molti di voi ricorderanno ancora il famoso “traccie” dello scorso anno, fatto passare per un errore di battitura, tuttavia quest’anno la questione è un po’ più seria. Parliamo infatti delle Materie della Maturità: a fine gennaio agli studenti del Professionale Servizi Commerciali Curvatura Turismo è stato comunicato che avrebbero avuto Inglese alla seconda prova, materia affidata ad un commissario esterno. Decisione rettificata con il decreto del 12 marzo 2018, secondo cui i maturandi della Curvatura Turismo dovranno invece affrontare Tecniche Professionali dei servizi commerciali affidata al commissario interno. Di conseguenza, cambiano anche le materie affidate ai commissari esterni, che saranno Italiano, Inglese e Diritto ed Economia. Tutto chiaro?

Seconda Prova Servizi Commerciali 2018: la materia

Effettivamente, Inglese è sembrata una scelta anomala in quanto sappiamo che Servizi Commerciali ha solo una materia caratterizzante per ogni indirizzo: Tecniche Professionali dei servizi commerciali e Tecniche Professionali dei servizi commerciali pubblicitari per l’indirizzo Promozione commerciale e pubblicitaria. Pertanto, il Miur è stato costretto a correggere l’errore, in quanto Inglese non compare tra le materie caratterizzanti di Servizi Commerciali. La curvatura Turismo quindi sosterrà, come seconda prova, Tecniche Professionali dei servizi commerciali, affidata ad un commissario interno.

Materie Servizi Commerciali 2018, curvatura Turismo: i commissari esterni

Cambiano di conseguenza le materie affidate ai commissari esterni. Visto che la seconda prova sarà affidata ad un commissario interno, la prima prova (Italiano) sarà invece affidata ad un commissario esterno. Saranno inoltre esaminate da un docente esterno anche Inglese e Diritto ed Economia.

Volete supporto e informazioni sempre aggiornate sulla Maturità 2018? Iscrivetevi al gruppo Facebook Maturità 2018: #esamenontitemo