PRIMA PROVA MATURITÀ 2017: TEMA DI ATTUALITÀ SULLE UNIONI CIVILI

E se alla prima prova di maturità 2017 uscisse una traccia sulle unioni civili? Tra gli argomenti scottanti dell'ultimo anno abbiamo le unioni civili e i diritti delle coppie di fatto: vuoi vedere che alla prima prova di maturità 207 il Ministero ci infilerà una traccia di attualità proprio su questo? Ce lo aspettavamo lo scorso anno, ma visto che si tratta di un argomento ancora caldo non possiamo escludere che sarà oggetto di una delle tracce all'Esame di Stato 2017.
Non sarebbe una novità infatti, visto che negli anni passati è capitato molto spesso che il Miur prendesse spunto da argomenti di attualità per elaborare le tracce di prima prova. E allora, la cosa da fare in questi casi è tenersi pronti, informarsi bene e soprattutto prepararsi svolgendo le tracce possibili. In questo modo avrete senz'altro l'argomento fresco e non avrete problemi nell'organizzare un discorso coerente e logico. Vediamo allora come svolgere un possibile tema di attualità sulle unioni civili. 

Per approfondire l'argomento leggi:

Rimani in continuo aggiornamento con i nostri prezioni live sulla Maturità 2017:

MATURITÀ 2017, PRIMA PROVA: LA TRACCIA SULLE UNIONI CIVILI

 Cerchiamo allora di svolgere un tema di attualità sulle unioni civili facendo anche le oppurtune considerazioni personali. 

Tema sulle unioni civili: introduzione

L'argomento unioni civili ha diviso l'Italia in due fazioni negli ultimi tempi: coloro a favore delle coppie omosessuali e i sostentori della famiglia tradizionale. Eppure, parlando di unioni civili non ci riferiamo solo alle coppie omosessuali, ma anche alle coppie di fatto eterosessuali, vale a dire persone conviventi legate da vincoli affettivi ed economici non unite in matrimonio. 

Tema sulle unioni civili: svolgimento

Il ddl Cirinnà ha dunque regolato non solo i diritti delle coppie gay ma anche i diritti delle coppie eterosessuali non sposate. Tuttavia, gli unici punti dibattutti in società sono l'approvazione della famiglia omosessuale e la possibilità di questa di poter avere figli. Ecco allora spuntare il mito della famiglia tradizionale, quella composta da mamma, papà e figli, i traumi e le conseguenze drammatiche che potrebbero avere i bambini con due mamme o due papà: confusione, bullismo, macanza dell'una o dell'altra figura. Ma torniamo un attimo indietro al concetto della famiglia tradizionale: siamo sicuri che esista ancora? Tra i continui divorzi, litigi, violenze domestiche, seconde nozze e famiglie allargate non possiamo più permetterci il lusso di parlare di famiglia tradizionale. Perché la famiglia, come la società, è in continua evoluzione, e non possiamo rimanere ancorati in maniera così fissa al passato. La vera famiglia è composta da persone che si amano e non da tipi fissi come nella Commedia dell'Arte. Perché molto spesso, pur di apparire come una famiglia felice, una casa somiglia di più ad un palcoscenico pieno di ipocrisia piuttosto che ad una famiglia vera. Perché allora combattere contro l'amore, contro chi desidera veramente costruire qualcosa e contro chi potrebbe dare affetto e un'educazione ad un bambino? Molti sostengono che si tratti di un qualcosa di non naturale, perché non è naturale che due persone dello stesso sesso possano avere figli e di conseguenza un ragazzino potrebbe crescere confuso a riguardo. Non credo sia così: l'importante è crescere in modo sereno e nell'affetto di persone che ti hanno voluto e hanno lottato per averti. E poi, cos'è naturale oggi? Non possiamo più parlare di "naturale" noi che viviamo nel modo più artificiale possibile. 

Tema sulle unioni civili: conclusione

In conclusione, ritengo che tutta questa diatriba sulle coppie omosessuali e sulle unioni civili sia una farsa messa in scena da ipocriti. Da persone che difendono la famiglia tradizionale nella sua esteriorità, e se dovessimo indagare a fondo in alcuni dei loro animi troveremmo scappatelle, amanti, violenze, bugie e così via… Ma il giorno, davanti a tutti, bisogna recitare la parte della famiglia perfetta. E' giunto allora il momento di levare la maschera ed essere quello che si è veramente, e pensare un po' più a se stessi piuttosto che giudicare il modo di essere e la vita degli altri. 

Vorresti un saggio breve? Leggi:

Iscriviti al gruppo Facebook Maturità 2017: #esamenontitemo