Prima Prova Maturità 2018: cosa ha deciso il Miur?

Il periodo di vacanze pasquali è terminato e tutti gli studenti di quinto superiore adesso non hanno più scuse: è ora di mettersi a studiare seriamente! All’Esame di Maturità manca pochissimo e tutti sanno che il primo grande scoglio da superare sarà la Prova d’Italiano che si terrà in tutti gli istituti scolastici il prossimo 20 Giugno. Tra il mese di Gennaio e Febbraio il Miur ha deciso gli argomenti da assegnare per la Prima Prova ed, ovviamente, è già partito il tototema circa le tracce più quotate che potrebbero essere assegnate: date uno sguardo qui per farvi un’idea!

Prima Prova Maturità 2018: le possibili tracce

Per quanto riguarda la Prima Prova, i maturandi avranno la possibilità di scegliere tra diverse tipologie di tracce: l’analisi del testo, il saggio breve o l’articolo di giornale, il tema storico e il tema di attualità. Analizzando gli anniversari e le ricorrenze storiche che cadono quest’anno, oltre agli avvenimenti di attualità più caldi, si possono ipotizzare i probabili argomenti che il Miur ha scelto per la Prova d’Italiano:

  • 400° anniversario della guerra dei trent’anni;
  • 70° anniversario della Costituzione della Repubblica Italiana;
  • 40 anni dal sequestro e dall’omicidio di Aldo Moro;
  • 70° anniversario della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo;
  • 100° anniversario dalla nascita di Nelson Mandela;
  • 50° anniversario della morte di Martin Luther King;
  • 200° anniversario dalla nascita di Karl Marx;
  • 70° anniversario dalla nascita dello stato di Israele.;
  • 25° anniversario dalla morte di Pablo Escobar;
  • 200° dalla stesura definitiva de L’infinito di Giacomo Leopardi;
  • 80° anniversario della morte di Gabriele D’Annunzio;
  • 110° anniversario dalla nascita di Cesare Pavese;
  • 50° anniversario dalla morte di Salvatore Quasimodo;
  • 200° anniversario di Frankenstein di Mary Shelley;
  • 60 anni dalla fondazione della NASA;
  • 70° anniversario dalla morte del Mahatma Gandhi;
  • Morte dell’astrofisico britannico Stephen Hawking;
  • Elezioni Politiche in Italia;
  • Il terrorismo islamico.

Prima Prova Maturità 2018: possibili indizi dal Miur

Oltre al tototema, alcuni indizi circa le possibili tracce della Prima Prova di Maturità potrebbero provenire direttamente dal Ministero dell’Istruzione. L’anno scorso, ad esempio, il Ministro Valeria Fedeli attraverso alcune dichiarazioni rilasciate in una serie di video invitava gli studenti a concentrarsi su determinati argomenti e autori. Attualmente il Miur ancora non si è espresso circa l’imminente Esame di Stato, quindi vi invitiamo a monitorare i prossimi messaggi che saranno rivolti agli studenti: quale indizio nasconderanno quest’anno?

Maturità 2018: risorse utili

Se devi sostenere la maturità 2018, probabilmente ti serviranno questi link: