SECONDA PROVA FISICA SCIENTIFICO MATURITÀ 2018: EQUAZIONI DI MAXWELL

La maturità 2018 potrebbe essere l’anno della svolta per la seconda prova del liceo scientifico: per anni infatti i maturandi si sono cimentati nella traccia di matematica, spesso anche con serie difficoltà data la complessità dei problemi e dei quesiti. Nel 2016 sembrava che il Miur fosse orientato verso una traccia di fisica: è stato infatti pubblicato un quadro di riferimento per la seconda prova di fisica, con tutti i dettagli riguardanti la traccia, i programmi da seguire, le abilità, conoscenze e competenze che ogni ragazzo deve possedere. Tuttavia, la scelta è, alla fine, caduta su matematica, così come è successo l’anno scorso. Di conseguenza, è molto probabile che per la Maturità 2018 venga scelta Fisica. Quindi, visto che da un po’ di anni le regole del gioco sono cambiate, e tra le materie di seconda prova figurano fisica e matematica, è pur normale dare delle direttive anche per la nuova materia. In ogni caso, meglio iniziare ad organizzarsi in modo da arrivare preparati non solo per la traccia di matematica, ma anche per quella di fisica. Se volete conoscere tutto il programma di fisica da studiare non perdetevi la nostra guida completa: Seconda prova fisica scientifico maturità 2018: cosa studiare. Adesso, invece, vediamo nel dettaglio cosa studiare di equazioni di Maxwell e onde elettromagnetiche.

Leggi anche:

Non perderti: Fisica alla Maturità 2018? Ecco perché

SECONDA PROVA SCIENTIFICO MATURITÀ 2018: LA TRACCIA DI FISICA

Non abbiamo certezze riguardanti la struttura della traccia di fisica per la seconda prova del liceo scientifico, tuttavia possiamo dedurla dalle simulazioni somministrate agli allievi lo scorso anno e dalle indicazioni presenti nel quadro di riferimento per la seconda prova di fisica. Il compito avrà 2 problemi corredati da una serie di quesiti che ne guideranno la soluzione. Il candidato dovrà scegliere un solo problema con i relativi quesiti, risolvendo il tutto utilizzando strumenti matematici, formule, indicando esattamente i procedimenti adottati e descrivendo in modo chiaro tutto ciò che ha portato alla soluzione. Per maggiori dettagli sulla possibile traccia di fisica della seconda prova liceo scientifico leggi: Seconda prova scientifico maturità 2018: la traccia di fisica. 

SECONDA PROVA FISICA MATURITÀ 2018: COSA STUDIARE DI EQUAZIONI DI MAXWELL E ONDE ELETTROMAGNETICHE

Nel quadro di riferimento per la seconda prova di fisica il Miur ha indicato nel dettaglio cosa studiare di ogni singolo modulo del programma di fisica del quinto anno, avendo cura di inserire anche i prerequisiti (le conoscenze acquisite nel corso del 5 anni), gli argomenti, le abilità e le competenze. I moduli riguardano induzione elettromagnetica, equazioni di Maxwell e onde elettromagnetiche, la relatività, fisica quantistica, Fisica Moderna. Per quanto riguarda equazioni di Maxwell e onde elettromagnetiche, ecco quali sono i prerequisiti da possedere:

  • Onde e oscillazioni
  • Propagazione delle onde
  • Onde stazionarie
  • Interferenza e diffrazione delle onde
  • La legge della riflessione
  • La legge della rifrazione e suo legame con la velocità di propagazione
  • La risonanza

Gli argomenti da studiare nel dettaglio sono:

  • Relazione tra campi elettrici e magnetici variabili
  • La corrente di spostamento
  • Sintesi dell’elettromagnetismo: le equazioni di Maxwell
  • Onde elettromagnetiche piane e loro proprietà
  • La polarizzazione delle onde elettromagnetiche
  • L’energia e  l’impulso trasportato da un’onda elettromagnetica
  • Brevi cenni sulla propagazione  della luce nei mezzi isolanti, costante dielettrica e indice di rifrazione
  • Lo spettro delle onde elettromagnetiche
  • La produzione delle onde elettromagnetiche
  • Le applicazioni delle onde elettromagnetiche nelle diverse bande di frequenza

Una volta studiati questi argomenti, ogni studente dovrà aver acquisito le seguenti competenze:

  • Descrivere le implicazioni delle equazioni di Maxwell nel vuoto espresse in termini di flusso e circuitazione
  • Argomentare il concetto di corrente di spostamento e il suo ruolo nel quadro complessivo delle equazioni di Maxwell
  • Saper calcolare le grandezze delle onde elettromagnetiche piane
  • Applicare il concetto di trasporto di energia di un’onda elettromagnetica
  • Illustrare lo spettro elettromagnetico ordinato in frequenza e in lunghezza d’onda
  • Descrivere gli effetti e le principali applicazioni delle onde elettromagnetiche in funzione della lunghezza d’onda e della frequenza

Infine, i maturandi dovranno essere in grado di:

  • collegare le equazioni di Maxwell ai fenomeni fondamentali dell’elettricità e del magnetismo
  • riconoscere il ruolo delle onde elettromagnetiche in situazioni reali e applicazioni tecnologiche.

SIMULAZIONI SECONDA PROVA FISICA

Ricorda, infine, che non basta studiare ma occorre anche allenarsi sodo. Ecco le simulazioni del Miur:

SECONDA PROVA FISICA: TUTTE LE GUIDE

Se vuoi conoscere invece il programma completo degli altri moduli leggi qui:

Non dimenticare di seguire i nostri consigli sulla traccia di matematica nella nostra guida completa:

MATURITÀ 2018: CONSIGLI E INFORMAZIONI

Rimani sempre aggiornato sull’esame di maturità! Non perdere di vista:

E per altri dubbi o consigli? Iscriviti al gruppo Maturità 2018: #esamenontitemo Ci pensiamo noi!