SECONDA PROVA SCIENTIFICO FISICA MATURITÀ 2018: COSA STUDIARE

La seconda prova maturità 2018 per il liceo scientifico potrebbe riguardare una traccia di matematica o una traccia di fisica: il dubbio che esca fisica c’è ormai da 3 anni, ma per essere certi della scelta dobbiamo attendere l’annuncio delle Materie della Seconda Prova Maturità 2018. Per questo motivo bisogna studiare fin da subito entrambe le materie, in modo da non farsi cogliere impreparati qualunque scelta effettuerà il Miur. In ogni caso poi, Fisica è una materia importante, in quanto caratterizzante del corso di studi: tanto vale capire cosa studiare e quali sono gli argomenti da ripassare per svolgere al meglio non solo un’eventuale seconda prova, ma anche quesiti e problemi della Terza Prova e dell’Esame Orale.
Per indirizzare al meglio i propri sforzi è possibile fare riferimento alla nota del Miur riguardante gli argomenti di una possibile traccia dell’Esame di Stato che è stata pubblicata due anni fa, un documento in cui viene spiegato nel dettaglio il quadro di riferimento riguardante la traccia della seconda prova scritta di fisica per il liceo scientifico. 

Approfondisci: Fisica alla Maturità 2018? Ecco perché

SECONDA PROVA MATURITÀ LICEO SCIENTIFICO, FISICA: COSA DICE IL MIUR SULLA TRACCIA

Da un po’ di anni sono sopraggiunte alcune modifiche all’Esame di Maturità: sono state aggiunte nuove materie ad alcuni indirizzi scolastici, hanno debuttato le nuove scuole nate dalla riforma Gelmini, e in particolare, per la seconda prova del liceo scientifico, il Miur ha stabilito che il compito potesse riguardare una traccia di matematica o una traccia di fisica. Visto che non erano state definite norme precise concernenti la traccia di fisica, il Ministero ha pensato bene di elaborare un quadro di riferimento relativo alla seconda prova di fisica. Il documento sarà dunque un supporto utile per la preparazione degli allievi in vista di un possibile secondo scritto di fisica, in quanto contiene le conoscenze, le abilità e le competenze che ciascun studente deve possedere per poter affrontare non solo la seconda prova, ma anche la terza prova e l’esame orale. Il quadro di riferimento è articolato in moduli didattici, in cui vengono inseriti i prerequisiti (le conoscenze acquisite nel corso dei 5 anni), i contenuti irrinunciabili, le abilità e le competenze. Il documento ha anche una sezione riguardante “Argomenti e Approfondimenti di Fisica Moderna” che i docenti potranno inserire nel programma, ma che non saranno inseriti nella seconda prova. Secondo quanto scritto nel documento, ogni studente, per poter affrontare la prova di fisica dovrà:

  • riuscire ad esaminare una situazione di fisica formulando ipotesi
  • saper applicare strumenti matematici per risolvere il problema
  • saper elaborare dati, anche sperimentali, e verificarli
  • essere in grado di descrivere tutti i procedimenti attuati per la risoluzione del problema

SECONDA PROVA LICEO SCIENTIFICO MATURITÀ 2018: COSA STUDIARE PER LA TRACCIA DI FISICA

Il documento è molto importante soprattutto perchè vengono stabiliti gli argomenti da studiare per la seconda prova di fisica della Maturità, compresi i prerequisiti, le abilità e le competenze da possedere. Cosa bisogna studiare allora? Il quadro di riferimento è molto dettagliato. Il programma del Miur per un’eventuale traccia di fisica valida come seconda prova della Maturità per il liceo scientifico prevede che gli studenti abbiano studiato:

Per quel che riguarda questi ultimi, però, il Miur ha specificato che “rimane ferma la libertà di scelta dei docenti fra uno o più argomenti specifici da affrontare, avendo cura che lo studente ne comprenda l’importanza e il significato e che sappia inquadrarli nelle problematiche scientifiche di base o applicative attuali. Da ciò consegue che tali argomenti di approfondimento della Fisica Moderna potranno essere oggetto solo della prova orale e della terza prova scritta, ma non della seconda prova scritta”.

Clicca qui per scoprire in modo più approfondito cosa dice il Ministero a proposito degli argomenti di fisica per la seconda prova: Miur: argomenti seconda prova fisica.

SIMULAZIONI SECONDA PROVA FISICA

Ovviamente, per arrivare super preparati agli esami di Maturità occorre anche allenarsi come si deve. Ecco le simulazioni del Miur  degli anni passati, con cui potrete allenarvi per la Terza Prova e l’Orale:

Per quanto riguarda matematica ecco i programmi da studiare:

Infine, se hai bisogno di informazioni o consigli per l’esame di maturità, rivolgiti a noi iscrivendoti al gruppo Maturità 2018: #esamenontitemo