SECONDA PROVA SCIENTIFICO MATURITÀ 2018: E SE ESCE FISICA?

Se per anni i maturandi dello Scientifico hanno dovuto affrontare, con grosse difficoltà, la tradizionale traccia di matematica, la Maturità 2018 poteva essere l’anno della svolta. Sappiamo tutti che ormai la scelta della materia di seconda prova avviene tra fisica e matematica, e visto che lo scorso anno alla fine si è optato nuovamente per matematica, quest’anno tutto fa pensare ad una possibile traccia di fisica: tuttavia, non possiamo esserne sicuri, in quanto dovremo attendere l’annuncio del Miur di fine gennaio. In ogni caso, abbiamo deciso di darvi alcune dritte anche sulla seconda prova di fisica, in modo che vi prepariate a qualsiasi evenienza riguardante le altre prove! Ecco allora tutto quello che dovete sapere: la traccia di fisica, come prepararsi e come svolgere il compito.

Potrebbe interessarti: Maturità: Guida alla seconda prova di matematica

Non perderti: Fisica alla Maturità 2018? Ecco perché

SECONDA PROVA LICEO SCIENTIFICO MATURITÀ 2018: LA TRACCIA DI FISICA

La traccia di fisica della seconda prova liceo scientifico sarà costituita da due problemi corredati da 6 quesiti che ne guideranno lo svolgimento. Si tratterà di applicare tutte le conoscenze acquisite nel corso degli anni scolastici, in particolare verrà chiesto di formulare ipotesi, applicare formule, regole e strumenti matematici. Stando alle simulazioni di fisica forniteci quest’anno dal Miur, occorrerà scegliere uno dei 2 problemi proposti e rispondere a 3 dei 6 quesiti, in un tempo massimo di 6 ore.

SECONDA PROVA FISICA MATURITÀ 2018: COME PREPARARSI E COSA STUDIARE

Per arrivare sicuri e preparati alla seconda prova di Fisica per il liceo scientifico è innanzitutto necessario studiare bene la teoria, ma soprattutto allenarsi con esercizi, memorizzare le formule e applicare le dimostrazioni nel modo giusto. Il programma riguarderà gli argomenti del quinto, come: Elettricità e magnetismo, corrente elettrica, campo magnetico prodotto da una corrente, la corrente nei gas, onte elettromagnetiche, la costituzione della materia. Per prepararvi al meglio ricordate di:

  • organizzare lo studio dividendo gli argomenti nei giorni che avete a disposizione
  • ripassate la parte teorica, ripetete formule e dimostrazioni scrivendole più volte su un foglio
  • svolgete un tot di esercizi al giorno
  • occhio ai programmi degli anni passati: se vi accorgete di avere lacune, andare a riguardare qualche argomento
  • qualche giorno prima della prova fate un ripasso generale

Scopri di più: Seconda prova scientifico fisica maturità 2018: cosa studiare

SECONDA PROVA LICEO SCIENTIFICO MATURITÀ 2018: COME AFFRONTARE LA TRACCIA DI FISICA

Infine, ecco alcune dritte per svolgere bene la traccia di fisica alla seconda prova nel caso in cui non dovesse uscire matematica:

  1. Leggete attentamente le tracce, anche più di una volta: quando siete sicuri scegliete il problema che riuscite a fare meglio.
  2. Rispondete ai punti più semplici, in modo da avere più tempo a disposizione per il resto.
  3. Fate attenzione a calcoli, formule, segni e soprattutto abbiate cura di scrivere in modo chiaro: se il commissario non capisce è possibile che segni come errore!
  4. Ricontrollate sempre i passaggi, altrimenti se vi accorgete di un errore alla fine rischiate di dover rifare tutto
  5. Un’ultima ricontrollatina e potete ricopiare in bella!

SIMULAZIONI SECONDA PROVA DI FISICA

Per allenarvi al meglio non vi resta che affidarvi alle simulazioni! Qui di seguito troverete i nuovissimi esempi della seconda prova di fisica 2017 e le simulazioni dello scorso anno, insieme a tantissimi consigli utili:

Ti servono altri consigli o informazioni sull’esame di maturità? Iscriviti al gruppo: Maturità 2018: #esamenontitemo