Seconda Prova Maturità 2018 Scienze Umane: possibili quesiti

Frequenti il Liceo delle Scienze Umane e inizi ad avere un po’ di paura per la seconda prova della Maturità 2018? Un po’ di ansia è normale, tuttavia, se vi preparate nel modo giusto, vedrete che andrà tutto bene. Quest’anno la seconda prova del Liceo delle Scienze Umane è per entrambi gli indirizzi un tema di Scienze Umane, ma la cosa più preoccupante è che la prova sarà affidata ad un commissario esterno. State tranquilli: ancora c’è un mesetto per allenarsi, quindi forza e coraggio, continuate a studiare e non abbassate la guardia proprio adesso! In questo articolo vi forniremo alcune ipotesi sulle possibili domande che il Miur ha scelto di inserire nella traccia: pensiamoci insieme!

Seconda Prova 2018 Scienze Umane: struttura

Rispolveriamo brevemente com’è strutturata la traccia di Scienze Umane della Maturità. La prova è divisa in due parti:

  • Nella prima parte occorre argomentare una tematica scelta tenendo in considerazione i documenti riportati. Lo scorso anno la tematica riguardava la definizione di cultura nella società di massa.
  • Nella seconda parte ci sono quattro quesiti riguardanti l’argomento della prima traccia. Ne dovrete scegliere due e dovrete cercare di rispondere in modo esaustivo tenendo in considerazione quello che avete studiato a scuola.

La prova ha una durata massima di 6 ore e non potrete lasciare l’istituto prima che siano trascorse tre ore dalla consegna delle tracce. Inoltre, potrete utilizzare il dizionario della lingua italiana o in dizionario bilingue se siete di madrelingua non italiana.

Quesiti Seconda Prova Scienze Umane 2018

I quesiti di Scienze Umane che vi ritroverete nella seconda prova verteranno sui programmi di Antropologia Culturale, Psicologia, Sociologia e Pedagogia del Quinto anno. Ovviamente, dovrete scartare gli argomenti trattati nelle ultime Maturità, dunque nel caso dell’anno scorso:

  1. Trasformazioni dell’istituzione scolastica di fronte alla cultura di massa nel Novecento.
  2. Il ruolo dell’educazione e della cultura per John Dewey.
  3. Definizioni del concetto di cultura
  4. Il rapporto tra cultura e mass media secondo Marshall McLuhan.

Nel 2016 la traccia riguardava le finalità dei sistemi d’istruzione in Europa e i quesiti chiedevano di illustrare il concetto di competenza nel dibattito pedagogico, il nesso tra democrazia ed educazione nel pensiero di John Dewey, principi e modalità nella valutazione degli apprendimenti, a le caratteristiche del curriculum per Jerome Bruner. La traccia del 2015 riguardava il valore del lavoro nell’educazione dei giovani e i quesiti chiedevano nello specifico come il lavoro può diventare educativo, differenze e analogie tra lavoro manuale e intellettuale, il contributo della formazione cittadina nel processo formativo dei giovani, il nesso tra educazione e democrazia. Scartati dunque questi argomenti, quelli su cui potrebbero vertere le domande della seconda prova 2018 sono:

Antropologia Culturale

  • Il contatto con la diversità
  • Culture transnazionali
  • La comunità online

Pedagogia

  • Ideale pedagogico in Italia, Francia e utilitarismo inglese
  • Decroly e Claparède
  • Il modello montessoriano
  • Watson e Skinner
  • Piaget e Vygotskij
  • Educazione nell’UE
  • Media e tecnologie nell’educazione
  • Educazione multiculturale

Sociologia

  • Multiculturalismo
  • Bauman
  • Beck
  • Gorz

Allenati con le nostre risorse: Simulazioni Seconda prova Licei

Iscriviti al gruppo Maturità 2018: #esamenontitemo