TERZA PROVA 2018 GEOMETRI: DOMANDE PROBABILI

La Terza Prova della Maturità 2018 si svolgerà il 25 giugno e i ragazzi stanno già cominciando a preoccuparsi circa le domande. Al contrario delle altre due prove, questo scritto non è elaborato dal Miur ma dalle singole commissioni quindi ogni istituto avrà una prova diversa in base al programma scolastico studiato durante l’anno. Se da una parte questo tranquillizza molti studenti, dall’altra la terza prova spaventa perché verte su 4-5 materie diverse da affrontare in massimo 3 ore. Come arrivare preparatissimi alla terza prova di geometri? Ecco le domande più probabili in vista della Terza Prova 2018.

Leggi anche: Terza Prova 2018, Istituti Tecnici: come ripassare

goemetri terza prova 2017

TERZA PROVA 2018 GEOMETRI: LE MATERIE PROBABILI

La Terza Prova, come abbiamo detto, viene scelta dalle singole commissioni e non dal Ministero, anche se deve seguire comunque delle regole stabilite dal Miur: lo scritto, ad esempio, non può vertere su più di 5 materie e deve avere una durata massima di 3 ore. La domanda che però vi preme di più in queste ultime ore che vi separano dalla Terza Prova Geometri, è probabilmente quali materie e argomenti saranno oggetto della Terza Prova. Per capirlo, la prima cosa da fare è dare un’occhiata alle materie esterne, che sono:

Indirizzo Costruzioni, ambiente e territorio

  • italiano
  • inglese
  • topografia

Opzione Tecnologie del Legno nelle costruzioni:

  • italiano
  • inglese
  • topografia

Indirizzo Geotecnico:

  • italiano
  • inglese
  • tecnologie gestione del territorio e ambiente

Italiano sarà oggetto della prima prova quindi possiamo scartarla, mentre inglese e, a seconda degli indirizzi, Geopedologia, economia ed estimo/ Topografia/ Geologia saranno con tutta probabilità in Terza Prova. Da scartare anche la materia che è stata oggetto di Seconda Prova e il cui commissario di riferimento era interno. Se la prova verterà su 4 materie, possiamo aspettarci quindi:

  • Inglese,
  • Geopedologia, economia ed estimo/ Topografia/ Geologia a seconda dell’indirizzo
  • Le due materie affidate ai commissari interni la cui materia non è stato oggetto di seconda prova.

Ovviamente nel caso un insegnante sia abilitato a insegnare più materie, la scelta ricadrà su una delle due: attenzione quindi nel caso il commissario esterno di italiano insegni anche storia o quello di Topografia insegni anche Geopedologia etc.

Per approfondire: Terza Prova Maturità 2018: domande e ripasso

TERZA PROVA 2018 GEOMETRI: DOMANDE E ARGOMENTI POSSIBILI

Per quanto riguarda gli argomenti presenti in Terza Prova per ogni materia, questi dipendono dal programma scolastico studiato nel quinto anno, così come firmato dai rappresentati di classe a fine anno. Anche i commissari esterni si devono basare esclusivamente sul programma studiato. Ripassatevi con particolare attenzione quindi gli argomenti su cui i vostri professori hanno insistito di più durante l’anno e sulle domande oggetto di simulazione di terza prova, a cui anche i commissari esterni avranno accesso per capire il tipo di domande poste dagli insegnanti che hanno seguito i maturandi durante l’anno.

Le domande poi variano in base alla tipologia di domande scelte dalla commissione: nelle simulazioni di terza prova vi siete sempre esercitati sulle risposte a scelta multipla oppure sulle domande a risposta singola? In questo caso vi saranno fatte domande molto specifiche e non generali, come invece accade se si è scelto la Tipologia A, in cui si invita gli studenti a parlare per oltre 20 righe di un argomento. Se la tipologia prediletta è la E o la F, invece, conteranno più le conoscenze pratiche acquisite e le vostre abilità nel risolvere problemi e sviluppare progetti.

Potrebbe interessarti anche:

Iscriviti al gruppo Facebook: Maturità 2018: #esamenontitemo