Terza Prova Maturità 2018

Sei pronto per la Maturità 2018? Sappiamo che hai appena iniziato il quinto anno delle superiori, ma è bene conoscere il proprio nemico il prima possibile, così da arrivare super pronti il giorno ufficiale. La terza prova della maturità 2018, che si svolgerà il 25 giugno, sarà l’ultimo scoglio prima dell’esame orale, con cui finalmente terminerete gli Esami di Stato. Il quizzone è la prova in cui il Miur lascia più libertà alle Commissioni: mentre le tracce di prima e seconda prova sono ministeriali, le domande della terza prova vengono formulate dai commissari esterni e interni, per cui sono diverse da scuola a scuola, così come sono diverse anche le materie. Le discipline, che devono essere massimo 5, saranno stabilite dal Consiglio di Classe, che ne deciderà anche la tipologia e fisserà la durata massima della prova. Continuate a leggere questo articolo per avere tutte le news più aggiornate sulla terza prova e consigli su come svolgere tutte le tipologie.

Clicca qui per scoprire tutte le info utili per affrontare al meglio la Terza Prova di Maturità 2018:

Terza Prova Maturit? 2017: domande, risposte e quesiti

Maturità 2018, Terza Prova: cosa sapere

Prima di approfondire ulteriormente l’argomento terza prova, però, Iniziamo subito con una scheda di recap sul quizzone:

Terza Prova: simulazioni per la Maturità 2018

Adesso passiamo subito alle dolenti note: gli studenti del quinto dovranno effettuare delle simulazioni di terza prova, in modo da allenarsi e rispondere in modo corretto e veloce. Si possono effettuare tante simulazioni, anche su tutte le materie, ma quelle ufficiali devono essere 3 e devono svolgersi secondo le materie e le modalità stabilite dal Consiglio di Classe. Queste 3 simulazioni ufficiali di terza prova saranno poi allegate al documento del 15 maggio. Le simulazioni di terza prova sono molto importanti per capire quali tipologie di domanda ti capiteranno nella traccia il giorno dell’Esame visto che il regolamento della Maturità vieta alla commissione di sottoporre agli studenti tipologie di prova su cui non si sono mai allenati. Per sopravvivere alle simulazioni di terza prova, leggi:

Tutto chiaro? Ora sei pronto ad approfondire ulteriormente l’argomento.

Terza Prova Licei

Se frequenti il Liceo Scientifico è molto probabile che alla terza prova ti troverai di fronte ad almeno una domanda di storia e inglese, visto che deve essere presente la le materie una lingua straniera.
Anche i quesiti a risposta aperta di scienze (probabilissimi!) non sono certo più difficili di quelli di storia dell’arte o delle domande a cui dovranno rispondere i ragazzi del Liceo Classico o i maturandi del linguistico! Ecco alcune guide pensate appositamente per i due indirizzi con più iscritti. Gli altri, comunque, potranno trovare tutto quello che cercano in questa guida (quindi non disperate e non odiateci…)

Terza Prova Istituti Tecnici

Insomma, la terza prova fa paura proprio a tutti. A chi si troverà di fronte ragioneria e a chi dovrà rispondere alle domande di informatica o, magari, pur essendo iscritto ad un Istituto Tecnico, si troverà ad effettuare una trattazione breve di qualche autore di letteratura italiana. Insomma, anche i geometri, così come i ragionieri, o gli iscritti al tecnico per il turismo non avranno vita facile. Ecco perché abbiamo pensato ad una guida anche per loro: Terza prova maturità istituti Tecnici

Terza Prova Istituti Professionali

Infine, ovviamente, non potevamo lasciare senza dritte i ragazzi dell’alberghiero, dei servizi commerciali o dei servizi socio sanitari. Anche per voi, infatti, la redazione di Studentville ha realizzato un piccolo compendio di dritte per sopravvivere al quizzone. Terza prova maturità istituti Professionali

Materie Terza Prova Maturità 2018

Come abbiamo detto prima, le materie oggetto della terza prova possono essere al massimo cinque e vengono scelte dal consiglio di classe. Durante il consiglio, i docenti sceglieranno le materie e stabiliranno le tipologie e il numero di domande da somministrare. In base alle domande scelte, gli insegnanti concorderanno poi la durata della terza prova (3 ore al massimo). Tutto ciò sarà annotato nel documento del 15 maggio, un documento stilato dal Consiglio in cui viene descritta la situazione di partenza e attuale della classe, vengono inseriti i programmi di ogni materia, le prove d’esame da sostenere e a cui vengono allegate le simulazioni di terza prova. Scopri di più:

Terza Prova Maturità 2018: domande e tipologie

Le domande di terza prova possono essere di 6 tipi, anche se nella maggior parte delle scuole si utilizzano quasi sempre domande a risposta multipla, trattazione sintetica degli argomenti e domande a risposta singola. Dunque, visto che ognuno di voi avrà quesiti e tipologie diversi, è utile capire bene in cosa consistono tutte le tipologie di domanda, in modo che possiate allenarvi meglio in questi ultimi giorni:

  • Terza prova tipologia A: trattazione sintetica degli argomenti

    Viene richiesto di trattare un argomento per un numero massimo di righe, in genere tra le 10 e le 20 righe. Questo tipo di domanda è abbastanza complesso, in quanto bisogna sintetizzare un argomento inserendo le informazioni giuste.

  • Terza prova tipologia B: domande a risposta singola

    La domanda è molto specifica, e richiede una risposta secca e concisa, in un numero massimo di righe (in genere 5).

  • Terza prova tipologia C: domande a risposta multipla

    Sono domande con diverse opzioni di risposta, tra cui bisogna scegliere quella esatta. Si tratta di domande sicuramente un po’ più semplici e che richiedono poco tempo per rispondere, tuttavia occorre stare attenti e valutare bene la risposta, in quanto spesso la domanda potrebbe essere a trabocchetto.

  • Terza prova tipologia D: problemi a soluzione rapida

    I problemi a soluzione rapida possono riguardare materie tecnico-scientifiche come matematica, fisica, meccanica, chimica ecc…. Occorre risolvere piccoli problemi con rapidi calcoli e utilizzando le regole specifiche studiate, dando una o più soluzioni.

  • Terza prova tipologia E: analisi di casi pratici e professionali

    Questa tipologia di domanda è specifica per gli istituti tecnici e professionali, e si tratta di analizzare un caso, applicando metodi e regole appartenenti a diverse materie.

  • Terza prova tipologia F: sviluppo di progetti

    In questo caso la traccia richiede lo sviluppo di un piccolo progetto sulla base di alcuni elementi che ci vengono forniti. Bisogna mettere in gioco tutte le nostre conoscenze e le nostre competenze acquisite durante il percorso di studi.

Vuoi sapere di più? Ecco una guida dettagliata sulla terza prova con vari esempi: Terza Prova Maturità: le sei tipologie

Qui invece scopri qualcosa in più sulle domande:

Come studiare per la Terza Prova Maturità 2018

La Terza Prova 2018 è ancora lontana, tuttavia è bene cominciare a studiare fin da ora! Come possiamo fare? Ecco qualche piccolo consiglio:

  1. Studiare tutte le materie oggetto di terza prova, facendo attenzione ai piccoli dettagli, come nomi, date, formule ecc…
  2. Allenarsi nelle varie tipologie di domanda, in modo da diventare veloci e precisi nella risposta.
  3. Durante la prova leggere bene le domande, così da non andare fuori traccia.
  4. Rispondere prima a quelle su cui siamo sicuri, poi concentrarsi sulle altre.
  5. Ricontrollare sempre il compito: potrebbe sempre sfuggire qualcosa!

Ecco qualche consiglio in più: Terza prova Maturità 2018: come studiare

Terza Prova Maturità 2018: esempio svolto

Per comprendere in pieno come svolgere la Terza Prova di Maturità è utile dare un’occhiata a qualche esempio svolto. Clicca qui:

Qui invece trovi alcuni esempi svolti dello scorso anno:

Terza Prova Maturità 2018: come viene valutata

Il voto attribuito alla terza prova è espresso in quindicesimi, e in base alle tipologie di domanda viene assegnato un punteggio diverso ai singoli quesiti. Clicca qui per saperne di più:

Terza Prova Maturità 2018: consigli

Ecco qualche consiglio in più per sopravvivere alla terza prova:

Se vuoi avere informazioni, consigli e aiuto per l’esame di Maturità 2018, iscriviti al gruppo Facebook Maturità 2018: #esamenontitemo