TERZA PROVA 2018: QUANTE DOMANDE PER MATERIA?

Ormai l’Esame di Maturità 2018 è sempre più vicino e starete di certo pensando innanzitutto alla prima, alla seconda e alla terza prova! Sappiamo che vi concentrerete dapprima sulle tracce dei primi due scritti, mentre successivamente vi dedicherete alle materie da ripassare per la terza prova, momento in cui dovrete concentrarvi più che mai per rispondere correttamente a tutte le domande. A proposito di domande: quante saranno per ogni materia? Diciamo subito che non c’è una legge universale, ma ciò dipende dalla tipologia di quesiti che dovrete affrontare. Se avete un po’ le idee confuse e avete bisogno di chiarimenti, continuate a leggere qui sotto!

Leggi anche la guida per rispondere bene a tutti i quesiti: Terza Prova Maturità: le sei tipologie

terza prova quante domande per materia

TERZA PROVA MATURITÀ 2018: LA STRUTTURA

Prima di addentrarci in calcoli e supposizioni su quante saranno le domande per ogni disciplina alla terza prova, cerchiamo di ricapitolare la struttura del quizzone. La prova verte su 4 o 5 materie, tra cui una lingua straniera: il numero dipende dalla tipologia di quesito e dalla decisione del Consiglio di Classe. La prova durerà al massimo 3 ore e le domande potranno appartenere alle seguenti tipologie:

  • Terza prova tipologia A: trattazione sintetica degli argomenti
  • Terza prova tipologia B: domande a risposta singola
  • Terza prova tipologia C: domande a risposta multipla
  • Terza prova tipologia D: problemi a soluzione rapida
  • Terza prova tipologia E: analisi di casi pratici e professionali
  • Terza prova tipologia F: sviluppo di progetti

Non perderti: Materie Terza Prova Maturità 2018

DOMANDE TERZA PROVA MATURITÀ 2018: QUANTE PER MATERIA?

Bene, avete insomma capito che i prof possono decidere il numero delle materie, la tipologia di domanda da usare e chiaramente il numero dei quesiti. In quest’ultimo caso decide ogni singola scuola, ma occorre attenersi alle direttive del Miur. In tutta la terza prova infatti le domande devono essere:

  • non più di 5 per la trattazione sintetica
  • da 10 a 15 quesiti a risposta singola
  • da 30 a 40 quesiti a risposta multipla
  • non più di 2 problemi scientifici a soluzione rapida
  • non più di 2 casi pratici e professionali
  • 1 progetto
  • quesiti a risposta singola e multipla insieme: singola 8 e multipla 16

La prova quindi deve vertere su una sola di queste tipologie, ad eccezione delle domande a risposta singola e multipla che possono essere utilizzate insieme. Dunque, per capire quante domande a materia ci saranno, basta semplicemente capire qual è la tipologia che affronterete e quante sono le materie. Supponiamo che la tipologia scelta sia la A (trattazione sintetica degli argomenti) e che le materie siano 5: in questo caso vi ritroverete una sola domanda a materia! Se invece la tipologia scelta è la C (domande a risposta multipla) e le materie sono 5, per ogni disciplina dovrete rispondere a 6 o 8 materie, in base a quello che hanno deciso i vostri prof.

TERZA PROVA MATURITÀ 2018: TUTTE LE INFO

Tutto chiaro? Se avete altri dubbi tenete sempre d’occhio le nostre guide con tutti i consigli che vi servono:

Se vuoi avere informazioni, consigli e aiuto per l’esame di Maturità 2017, iscriviti al gruppo Facebook Maturità 2018: #esamenontitemo