Seconda Prova Liceo Scientifico 2018: tutto sulla traccia di matematica

Siamo sempre più vicini alla seconda prova della Maturità 2018: tra qualche mese gli studenti del Liceo Scientifico dovranno affrontare la temutissima (ormai da decenni) traccia di matematica. Anche quest’anno, fino alla fine, si è pensato che uscisse Fisica, e invece il Miur ha preferito mantenere la tradizione proponendo nuovamente il compito di matematica. Tuttavia, quest’anno c’è una novità rispetto agli anni passati: la seconda prova dello Scientifico sarà affidata ad un commissario esterno, dunque dovrete arrivare ancora più preparati, in quanto non ci sarà il vostro insegnante di matematica.

Allenati con le nostre risorse: Simulazione Seconda Prova Scientifico 2018

Maturità 2018, la seconda prova del Liceo Scientifico

Per prima cosa facciamo una breve introduzione alla seconda prova dello scientifico. La prova di matematica è composta da due parti: la prima parte contiene due problemi, la seconda parte 10 quesiti. Occorrerà scegliere 1 problema e 5 quesiti, svolgendo il tutto entro 6 ore. Il punteggio massimo è di 15/15 con la sufficienza fissata a 10/15.

Traccia di Matematica Maturità 2018: i problemi

Prima di cominciare, è opportuno leggere bene le tracce, così da scegliere opportunamente quelle che riuscite a svolgere meglio. In particolare dovrete fare una scelta oculata riguardo al problema, perché sarà la parte che vi occuperà più tempo. I problemi sono introdotti da un breve testo e seguito da alcuni dati su cui dover ragionare e procedere. Leggete bene ciò che viene richiesto e svolgete con calma punto per punto. Fate attenzione inoltre alle formule e ai calcoli, quindi una volta che avete finito controllate tutti i passaggi eseguiti.

Seconda Prova Matematica 2018: i quesiti

La seconda parte della traccia contiene 10 quesiti: dovrete sceglierne 5, in cui dovrete svolgere esercizi riguardanti equazioni, espressioni, funzioni e così via. Inoltre, è possibile che vi venga chiesto di commentare e spiegare ciò che state svolgendo. Fate dunque attenzione a scegliere bene i quesiti e soprattutto occhio a ciò che le tracce vi chiedono. Inoltre, noi vi consigliamo di iniziare proprio da questi, in quanto sono più veloci da svolgere e nelle ore successive potrete dedicarvi completamente al problema. Il consiglio è sempre lo stesso: occhio ai passaggi e ricontrollate i calcoli.

Non prenderti: Seconda Prova Scientifico Matematica 2018: come rispondere

Iscriviti al gruppo Facebook Maturità 2018: #esamenontitemo