VOTO MATURITÀ 2017 E BORSE DI STUDIO: INFO E RICHIESTA

L’esame di Maturità 2017 è il primo vero ostico scoglio della vostra carriera scolastica ma è soprattutto uno spartiacque tra ciò che siete e ciò che diventerete. La metafora migliore è quella del bruco che diventa farfalla: è un esame duro, a volte avete certamente pensato di mollare, ma alla fine, dopo l'esame orale, raggiungerete il vostro obiettivo e vi diplomerete. Dall’esame di Stato in poi la vostra vita sarà diversa, e ve lo garantiamo, entusiasmante. Prima di archiviare questo lungo capitolo, e con questo le scuole superiori, vogliamo parlarvi del voto della Maturità e delle borse di studio. Sarebbe il modo migliore per congedarsi, non trovate? Certo, non tutti mirano al massimo punteggio, ma chi ambisce ad ottenere 100 o 100 e lode sarà certamente interessato ad iniziare il nuovo capitolo della sua vita con un bel premio. Scopriamo come e di cosa si tratta!

Non perderti: Voto Maturità 2017: agevolazioni previste

Voto Maturit? 2017 e Borse di Studio: info e richiesta

100 ALLA MATURITÀ: LE BORSE DI STUDIO

Partiamo da una semplice domanda: quanto conta il voto dell’Esame di Maturità? Ebbene la risposta a questa domandona vale soprattutto per questi studenti meritevoli che prenderanno 100, o addirittura la lode. Il voto della maturità per la maggior parte degli studenti è ininfluente ma per qualcuno le cosa cambiano e vale la pena di sfruttare le opportunità che si presentano, e di coglierle al volo. L’unico modo per ottenere delle effettive agevolazioni di vario genere è ottenere il massimo punteggio quindi! A premiare i migliori, negli ultimi tempi, ci ha sempre pensato il Miur attraverso il progetto Valorizzazione delle eccellenze che ha tra gli obiettivi proprio quello di gratificare gli studenti che hanno preso cento e lode alla Maturità.

Scopri anche: Voto Maturità: i criteri per la lode
 

VOTO MATURITÀ 2017: LE AGEVOLAZIONI

A partire dal 2007, infatti, il Ministero ha deciso di dare ai maturandi con votazione 100 e lode un premio di 1000 euro, ma questa cifra con il tempo è gradualmente diminuita. Nel 2010 l'assegno è stato ridotto a 600 euro, e nel 2011 a 500 euro, ma in compenso i super diplomati vengono inseriti nella Merito, un programma nazionale di valorizzazione delle eccellenze, con il quale tutti gli studenti che hanno ottenuto il diploma con 100 e lode vengono inseriti nell'Albo nazionale delle Eccellenze, insieme agli altri ragazzi che si sono distinti sia nei progetti che in varie competizioni. Negli ultimi anni il premio si è ridotto ulteriormente, e ai super maturandi del 2016 è toccato un assegno di 450 euro.
 

MATURITÀ 2017, VOTO: LE AGEVOLAZIONI UNIVERSITARIE

C’è anche un’altra buona notizia per i maturandi eccellenti: per chi si diploma con il massimo dei voti molte università agevolano le matricole meritevoli con borse di studio di vario genere. In alcune Università sarà possibile  l'esonero totale delle tasse, mentre in altre i super diplomati vengono esonerati dalla prima rata e/o rimborsati della quota di partecipazione al test di ingresso. Un vero e proprio premio che agevola solo chi è stato sempre bravo e superpreparato.
 

COME RICHIEDERE UNA BORSA DI STUDIO

Come usufruire di queste agevolazioni? Per prima cosa controllate il sito della Regione o della Provincia Autonoma e il sito dell'Università. Consultando questi portali potrete leggere i bandi di concorso per l'erogazione di borse di studio, nei quali sono specificati i requisiti, le scadenze, i documenti da presentare e le modalità di partecipazione. In genere le borse si studio vengono concesse in base al reddito ISEE, al numero di crediti e di esami sostenuti e alla media dei voti. Controllate spesso non solo la data dell'emanazione del bando, ma anche la scadenza della presentazione di domanda e dei documenti richiesti.
Non perdete quindi:

MATURITÀ 2017: IL VOTO E L'ESAME ORALE

Bene, prima di pensare alle borse di studio pensiamo a finire gli Esami! Ecco csa sapere sugli orali della Maturità 2017 e sul calcolo del voto!

Infine, iscrivetevi al nostro gruppo Facebook: Maturità 2017: #esamenontitemo