Autocertificazione: che cos’è

Secondo il DPR numero 445 del 2000 l’Autocertificazione, detta anche Dichiarazione Sostitutiva, è un documento scritto e firmato dal cittadino che sostituisce un certificato originale rilasciato da enti come Comuni, Regioni, Province e Istituti scolastici. Tale documento può essere richiesto dai cittadini italiani, dai cittadini dell’Unione Europea e dai cittadini extracomunitari in possesso di un regolare permesso di soggiorno. In questo modo i soggetti possono entrare in possesso di certificati pienamente validi evitando i passaggi spesso lunghi e farraginosi presso le amministrazioni degli enti per la richiesta dei documenti originali.

Autocertificazione diploma Maturità: che cos’è

Il diploma di Maturità è un documento rilasciato da un’Autorità Pubblica che conferisce al soggetto richiedente il titolo di studio acquisito dopo il superamento dell’Esame di Stato. Così come succede per altri documenti ufficiali, è possibile compilare un’autocertificazione che sostituisce a tutti gli effetti il certificato originale. Questo tipo di documento non richiede la firma autenticata quindi, nel caso in cui venga consegnato per fax o per via telematica, è necessario allegare la fotocopia del documento di riconoscimento. La pubblica amministrazione ha comunque la possibilità effettuare le dovute verifiche: se la Dichiarazione Sostitutiva dovesse risultare non veritiera, il cittadino rischia anche sanzioni penali.

Autocertificazione diploma Maturità: come si compila

Il documento di Autocertificazione del diploma di Maturità può essere facilmente scaricato dal web o riscritto su carta bianca. È diviso in due parti che devono essere compilate in modo preciso. Nella prima parte il richiedente deve indicare tutti i suoi dati personali, quindi il nome il cognome, la data e il luogo di nascita, la residenza, la via, il numero di telefono e l’email. Nella seconda parte bisogna inserire tutte le informazioni inerenti al titolo di studio in possesso, la data di conseguimento e dove è stato conseguito. In conclusione il soggetto deve dichiarare di prendersi la responsabilità di quanto certificato ed inserire il luogo, la data e la firma.

Leggi anche: