Maturità 2019: che ruolo hanno i commissari esterni?

L’ansia per gli esami di maturità cresce ogni giorno di più e, in particolare, aumenta quando si pensa ai commissari esterni, (i cui nomi usciranno verso la prima settimana d giugno: Nomi Commissari Esterni Maturità 2019a quello che potrebbero chiederci e a quanto conti effettivamente il loro giudizio. Sappiamo che hanno un ruolo attivo durante l’ultima prova, il colloquio orale, perché sono seduti di fronte a noi, proprio come i nostri professori, ascoltano le nostre risposte e hanno la facoltà di intervenire per eventuali domande qualora fossero interessati al tema scelto. Ma non vi preoccupate, ora cerchiamo di risolvere i vostri dubbi e vi diamo anche qualche dritta su cosa fare e non in loro presenza, andiamo.

Non perderti:

Commissari Esterni Maturità 2019: cosa fanno?

Prima di svelarvi cosa fanno effettivamente i commissari esterni, vi ricordiamo che a fine gennaio saprete quali materie verranno assegnate ai commissari esterni e a inizio giugno verrà svelata la loro identità. Una volta che conoscerete finalmente i nomi, potrete informarvi su tutto ciò che riguarda le commissioni 2019.  I commissari esterni possono intervenire durante il vostro colloquio e farvi eventuali domande che riguardino le materie per cui sono abilitati ad insegnare. Per sapere quali materie sono abilitati ad insegnare, quando uscirà la lista dei nomi, andate a controllare la classe di concorso e verrete a conoscenza delle materie. La ricerca è molto semplice, andate in internet, scrivete il numero della classe di concorso e otterrete subito i risultati che state cercando, vi appariranno la o le materie corrispondenti a quella classe. Il consiglio è di studiare sempre e a prescindere, e approfondire le materie in cui avete delle lacune e quelle assegnate agli esterni.

Leggi anche:

Maturità 2019 Commissari esterni: quanto contano?

Sapete che a gennaio il MIUR annuncerà le materie di maturità del 2019, ovvero le materie assegnate ai commissari esterni e quelle della seconda prova. Conoscerete poi i nomi dei membri della commissione di maturità; vi abbiamo detto che possono fare domande inerenti le materie in cui sono abilitati, ma che non possono andare oltre il programma ministeriale svolto durante l’anno. La commissione d’esame è composta da tre commissari interni, tre esterni e il presidente quindi gli esterni contribuiscono ai giudizi delle prove scritte come di quelle orali, quindi non sottovalutateli. In caso di parità di voti tra gli interni e gli esterni, interviene il presidente che risolve la situazione con la media aritmetica.

Scopri di più sui commissari esterni: