Commissari Maturità 2019

Uno degli aspetti più stressanti della Maturità 2019 è relazionarsi con la Commissione d’Esame, composta da tre commissari esterni e tre commissari interni più un Presidente di Commissione. Siete spaventati dai commissari esterni? Lo capiamo, ma sappiate che sono in arrivo alcune importanti novità in merito. Il nuovo esame di Stato infatti segnerà il cambiamento, un cambiamento fortemente voluto dal Ministro Bussetti per agevolare gli studenti, ma le novità non riguarderanno solo gli allievi, ma coinvolgerà anche i professori.

Commissari Maturità 2019: nuovi requisiti e nomina

Commissari Maturità 2019: nuovi requisiti

La nuova maturità non avrà sorprese per quanto concerne la struttura della commissione, in quanto resteranno sempre, come dicevamo, tre insegnanti interni, tre gli esterni e uno come al solito il Presidente. La novità dell’anno nuovo riguarderà invece i criteri di nomina e per i requisiti, in quanto i commissari e il presidente di commissione d’esame saranno nominati dall’USR sulla base di criteri determinati a livello nazionale con decreto del Ministro. Il Ministero dell’Istruzione per le novità apportate al nuovo esame di stato ha deciso di formare i professori per il corretto svolgimento delle prove d’esame per assicurare il massimo funzionamento delle nuove regole. Bisogna aspettare ancora un mese per la pubblicazione dell’Ordinanza Ministeriale su modalità di svolgimento dell’esame e funzionamento delle Commissioni infatti l’iter del decreto ha visto già il passaggio con il Capo Dipartimento e il Capo di Gabinetto e dopo l’informativa sindacale passerà al vaglio del CSPI per il previsto parere.

Leggi anche:

Commissari Maturità 2019: nomina

A gennaio conosceremo le materie affidate ai commissari esterni per ogni indirizzo, tuttavia conosceremo i loro nominativi solo poco prima dell’Esame di Stato. Oppure ci sarà qualche altro cambiamento?