Prova Orale Maturità 2018: come comportarsi

Non scopriamo di certo l’acqua calda se oggi, qui, vi diciamo che probabilmente il colloquio orale è quello che temete di più. Come voi, siamo passati anche noi tra i banchi di scuola e abbiamo sostenuto gli esami di maturità e conosciamo bene l’ansia che si prova quando si è in dirittura di arrivo. L’anno scolastico sta per finire, ma gli studenti di quinta superiore, dal 20 giugno, inizieranno gli esami e saranno sottoposti a giorni pesanti fatti di prove che si concluderanno con l’ultima, alla fine della quale potrete dire di essere finalmente liberi.

Leggi anche: 5 cose che devi sapere sull’esame orale di maturità

Orale Maturità 2018: come iniziare l’esposizione

Essendo già passati tra quei banchi di scuola, siamo in grado di darvi qualche utile consiglio e rassicurarvi sul fatto che se avete studiato durante l’anno, se avete fatto bene la vostra tesina e se avete ripetuto tutto, non avrete problemi e uscirete vincenti dall’aula correndo a confortare il compagno che verrà interrogato subito dopo di voi. Come vi abbiamo detto e ridetto, e come saprete da voi, il colloquio orale inizia con l’esposizione della vostra tesina che sarà, sicuramente, fatta bene, sarà chiara, esaustiva e curata nei collegamenti. Appena sentirete chiamare il vostro nome, raggiungete la commissione, salutateli con educazione e con un sorriso, accomodatevi e poggiate la vostra tesina sul tavolo; appena vi daranno il via, iniziate a parlare come un fiume in piena.

Non perderti: Maturità: consigli per l’esame orale

Maturità 2018: tutto ciò che dovete sapere sulla prova orale: indizi

Maturità 2018: tutto ciò che dovete sapere sulla prova orale

La tesina sarà il vostro punto di partenza, ma può capitare che veniate interrotti e vi venga chiesto di parlare di un argomento a piacere. Non sempre, però, l’argomento a piacere risulta essere a vostro vantaggio quindi cercate di prepararne uno a materia e puntate su quello su cui vi sentite maggiormente preparati. Non esiste una durata standard, un esame può durare dai 30 ai 40 minuti, ma se è un esame impeccabile può durare anche 10 minuti, tutto dipenderà da voi. Evitate i silenzi, anche se non conoscete la risposta alla domanda che vi viene posta, parlate di qualcosa inerente, ma mai, mai e poi mai, creare momenti di silenzio. Sapete che il giorno della prova orale vi verranno mostrate le tre prove scritte, quindi per evitare di non saper rispondere su eventuali errori nelle prove, ripetete gli argomenti usciti nelle prove.

Non perderti i nostri consigli: