Maturità 2019: parte il conto alla rovescia

L’Esame di Maturità è sicuramente una delle prove più temute nell’arco del percorso didattico di ogni ragazzo. Quest’anno la riforma del Miur ha apportato molte modifiche alle prove standard e, per questo motivo, la preoccupazione dei maturandi è ancora maggiore. Nonostante sia stata abolita la terza prova, le prime due potrebbero risultare più complesse in quanto abbracceranno ambiti disciplinari multipli e differenziati a seconda dell’indirizzo scolastico. Se siete tra i ritardatari che ancora non cominciano a prepararsi in modo sistematico all’Esame, ecco tutte le dritte per ottimizzare i tempi ed arrivare pronti al fatidico giorno!

Maturità 2019: i trucchi per preparare l’Esame in 10 giorni

Manca pochissimo all’inizio dell’Esame di Maturità quindi, se ancora non avete cominciato a prepararvi, questo è il momento di farlo! La regola principale è non farsi attanagliare dall’ansia in quanto sarebbe controproducente e causerebbe un ulteriore perdita di tempo. Se si procede con perseveranza, è possibile preparare l’Esame anche in dieci giorni. Ecco le dritte da seguire per ottimizzare i tempi:

  • organizzare il calendario del ripasso generale: fare un elenco di tutti gli argomenti da studiare in modo da dividere il tempo rimasto in una tabella di marcia e dedicare ogni giorno al ripasso di determinati temi;
  • segnare gli argomenti sui quali si hanno delle lacune: è consigliabile evidenziare i temi su cui si ha una minore preparazione (ad esempio determinati autori o argomenti di storia) così da ripassarli nel giorno precedente alla prova in questione;
  • organizzare gruppi di studio: nei giorni immediatamente precedenti alle prove, è utile organizzare dei ripassoni di gruppo in modo da confrontarsi ed eventualmente assimilare dai compagni le nozioni sulle quali non si ha abbastanza padronanza;
  • programmare le pause: anche se si hanno a disposizione pochi giorni per la preparazione, è indispensabile prendersi dei break quotidiani tra una sessione di studio e l’altra in modo da mantenere sempre alta l’attenzione e non essere sopraffatti dalla stanchezza.

Maturità 2019: tutto sul nuovo Esame di Stato