Tracce Prima Prova: le più scelte dagli studenti

La Maturità 2018 vi sta per raggiungere e vi sembra di essere del tutto impreparati? Non preoccupatevi, è normale: si tratta di un grande passo, un momento decisivo della vostra vita che si concluderà con il raggiungimento del diploma e l’inizio di una nuova fase. Quindi, tenete duro ancora un po’ e preparatevi alle imminenti prove. In particolare, non trascurate la prima prova, lo scritto con cui inizierà tutto il vostro cammino all’interno dell’Esame di Stato. Come sapete ormai a memoria, potrete scegliere tra sette tracce articolate in quattro tipologie: la tipologia A (analisi del testo), la tipologia B (articolo di giornale o saggio breve), la tipologia C (tema storico) e la tipologia D (tema di attualità). Avete un po’ le idee confuse sulla traccia da scegliere? Allora vi diamo un po’ di numeri relativi alle scelte degli studenti negli anni passati. Chissà, magari vi chiarirete un po’ le idee!

Non perderti: Prima prova: classifica delle tipologie preferite dagli studenti

Prima Prova Maturità: le tracce scelte nel 2017

Per prima cosa diamo un’occhiata a quello che è successo lo scorso anno. Per quanto riguarda l’analisi del testo, Versicoli quasi ecologici di Giorgio Caproni è stata la scelta del 12,4% dei maturandi. Le percentuali più alte però le ritroviamo nella tipologia B, infatti tra tutte vince la traccia socio-economica (nuove tecnologie e lavoro), con il 38,9% dei maturandi, seguita dal tema generale sul progresso (17,3%), dalla tipologia B di ambito tecnico-scientifico sulla robotica (10,2%) e dall’ambito storico-politico sui Disastri e ricostruzione (5,2%). Ultima invece, la traccia storica sul miracolo economico (1,9%).

Prima Prova: le scelte della Maturità 2016

Per quanto riguarda la Maturità 2016, la traccia più scelta è stata la tipologia B di ambito storico-politico sul Valore del paesaggio (23,2%), mentre la traccia meno gettonata è stata l’analisi del testo su Umberto Eco (6,2%). Per quanto riguarda le altre:

  • Tema di attualità sul concetto di confine: 22,4%
  • Tipologia B, tecnico-scientifico L’uomo e l’avventura dello spazio: 16,9%
  • Tipologia B, ambito artistico letterario Il rapporto padre-figlio nelle arti e nella letteratura del Novecento: 15,8%
  • Tipologia B, ambito socio economico Crescita, sviluppo e progresso sociale. E’ il PIL misura di tutto?: 8,5%
  • Tema storico sul voto delle donne in Italia: 7%

Prima Prova Maturità: le percentuali degli anni passati

Andando ancora di più indietro nel tempo, notiamo che le tracce maggiormente scelte appartengono alla Tipologia B. Nello specifico, tra il 2008 e il 2015 al primo posto si classifica l’ambito tecnico-scientifico, seguito da quello artistico-letterario e da quello socio-economico. Ad esempio, nel 2015 il 50,7% dei maturandi ha scelto la traccia di ambito tecnico-scientifico su come il progresso abbia trasformato il mondo della comunicazione. L’ambito storico-politico invece è quello meno gettonato: nel corso degli ultimi anni la percentuale di studenti che si è cimentata in questa traccia è di circa il 4%. Segue poi la tipologia D, ma le percentuali variano in base agli istituti e all’argomento: ad esempio, nel 2015 la traccia su Malala è stata scelta dal 12,1% degli studenti, ma nei Professionali si è arrivati al 17%. Agli ultimi posti della classifica ci sono la tipologia A e la tipologia C. Per quanto riguarda l’analisi del testo il picco più alto è stato raggiunto nel 2013 con Claudio Magris (15,3%), mentre le percentuali relative al tema storico sono davvero basse: nel 2010 ha scelto la traccia sulle foibe solo lo 0,6% degli studenti, mentre nel 2014 la traccia sul confronto tra Europa del 2014 ed Europa del 1914 ha raggiunto il 3,8%.