Prima Prova Maturità 2018: saggio breve sulla Costituzione

Per avere l’ufficialità delle tracce della prima prova di maturità dobbiamo attendere il 20 giugno, ma possiamo farci un’idea di quello che potrebbe o non potrebbe uscire. Se ripensiamo alle parole della ministra Fedeli, diramate dal Miur secondo cui vuole far riflettere gli studenti e aiutarli nella crescita educativa e civile, l’anniversario dei 70 anni della Costituzione italiana potrebbe costituire uno spunto per un’eventuale traccia. Vediamo, quindi, un esempio di saggio breve svolto sull’argomento.

Vieni a scoprire:

Saggio Breve sulla Costituzione Italiana

Prima Prova Saggio Breve sulla Costituzione: titolo e consegna

E’ importante conoscere ed essere informati su ciò che contiene la nostra Costituzione, cosa rappresenta per la nostra Repubblica. Quest’anno si celebra l’anniversario di 70 anni della Costituzione e, proprio perché pensiamo che il Miur possa prendere in considerazione tale ricorrenza, vi vogliamo dare l’esempio di un saggio breve svolto sulla Costituzione. Ovviamente, come ricorderete, si inizia sempre con il titolo e la consegna:

  • Titolo: “La Costituzione Italiana a 70 anni dalla sua nascita”
  • Consegna: rivista politica

Leggi anche: Prima Prova 2018: anniversario 70 anni della Costituzione

Saggio Breve sulla Costituzione: introduzione

La Costituzione Italiana è nata il primo gennaio del 1948 ed è il risultato del lungo lavoro svolto dai membri dell’Assemblea Costituente che, dopo l’abolizione della monarchia nel 1946, cercarono il modo di imporre altre regole da rispettare. Nacque così la Costituzione che contiene 139 articoli e 18 disposizioni finali che si dividono in  Principi Fondamentali, Diritti e doveri, Rapporti Civili e Etico-Sociali, Rapporti Economici, Rapporti Politici e Ordinamento della Repubblica.

Saggio Breve sulla Costituzione: svolgimento

A 70 anni dalla nascita della Costituzione è doveroso fare qualche riflessione. Com’è, oggi, la Costituzione Italiana? Qualcosa è cambiata, qualche legge è stata abolita e qualcun altra si vorrebbe inserire; la costituzione è in continua evoluzione e deve, in qualche modo, stare anch’essa al passo con i tempi, modernizzandosi, se possibile, per soddisfare le esigenze di tutti. La popolazione italiana è sempre più multietnica, non siamo soli, ma siamo accompagnati da gente appartenente ad altre popolazioni con cui, con alcuni, ci troviamo a condividere la cittadinanza italiana. Ma siamo davvero tutti uguali davanti alla giustizia? Il secondo e il terzo dei principi fondamentali parlano degli esseri umani che nascono liberi e con uguali diritti e dignità, tutti sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri con uno spirito di fratellanza. A 70 anni dalla Costituzione ci chiediamo se le testuali parole della Costituzione rispecchino quella che è la realtà in cui viviamo.

Saggio Breve sulla Costituzione: conclusioni

La nostra Costituzione sta per compiere i suoi primi 70 anni, negli anni sono cambiate tante cose, alcune leggi sono state abolite e si è pensato di aggiungerne altre, alcune sono state aggiunte ex novo. L’obiettivo principale era, è e sarà quello di garantire uguaglianza, dignità e lavoro per tutti. L’Italia è ormai una repubblica multietnica, e ci si chiede se c’è uguaglianza, se c’è spirito di fratellanza e se siamo effettivamente tutti liberi. La Costituzione, è vero, detta le regole, sta poi alla coscienza, alla moralità e al buonsenso dei cittadini, seguirle mettendole in pratica. Come disse Piero Calamandrei “La Costituzione non è una macchina che, una volta messa in moto, va da sé. E’ un pezzo di carta, la lascio cadere e non si muove. Perché si muova bisogna rimetterci ogni giorno il combustibile. Bisogna metterci dentro l’impegno, lo spirito, la volontà di mantenere  queste promesse, la propria responsabilità”.

Preparati anche con:

  1. saggio breve ambito artistico – letterario
  2. saggio breve ambito socio – economico
  3. saggio breve ambito storico – politico
  4. saggio breve ambito tecnico – scientifico

Iscriviti subito al gruppo: Maturità 2018: #esamenontitemo!