Terza Prova Esame di Maturità 2019

La terza prova è stata abolita, non esisterà più. Gli unici scritti rimarranno quelli di prima e di seconda prova!

QUANTO DURA LA TERZA PROVA?

Una volta che avrete archiviato le prime due prove scritte della Maturità 2018 dovrete affrontare la terza prova, il quizzone con cui verrete esaminati su un massimo di cinque materie. Siete pronti? Come sapete, la terza prova è gestita dalle singole scuole, per cui ogni istituto deciderà quali materie inserire e quali tipologie di domanda. In base a ciò varierà la durata: scopriamo allora insieme quanto durerà la terza prova della maturità 2018.

Leggi anche la guida per rispondere bene a tutti i quesiti: Terza Prova Maturità: le sei tipologie

Non ti perdere:

Quanto dura la Terza Prova?

TERZA PROVA MATURITÀ 2018: DURATA

Se vi siete confrontati con i maturandi di altre scuole e vi è sembrato strano che la durata della loro terza prova sia diversa rispetto alla vostra, non temete, non avete capito male! Il motivo di questa differenza è molto semplice: la terza prova ha una durata diversa in base alle tipologie di domanda scelte dal Consiglio di Classe, ma non dovrà superare le 3 ore. La durata viene stabilita dalla Commissione in base alle tipologie di domanda scelte e al numero di materie, che possono essere al massimo 5 e tra le quali ci deve essere almeno una lingua straniera.

Scopri di più sulla normativa: Terza prova Maturità: la normativa

MATURITÀ 2018, TERZA PROVA: COME GESTIRE IL TEMPO

E per finire, a proposito di tempo, una volta che vi siete accertati di quanto ne avete a disposizione occorre gestirlo nel migliore dei modi. Non avrete le 6 ore della prima e della seconda prova, ma abbiamo detto al massimo 3, dunque bisogna essere più veloci e non perdersi in un bicchier d’acqua. Noi vi consigliamo di procedere così:

  • Leggete tutte le domande, così da individuare quelle a cui riuscite a rispondere più velocemente.
  • Controllate l’orologio: ok, mette ansia, però purtoppo vi serve per capire quanto tempo rimane prima di consegnare!
  • Se non sapete proprio rispondere, andate avanti: perdendo tempo su un quesito che non riuscite a risolvere, rischiate di non riuscire a terminare il compito.
  • Tenete a disposizione 15 minuti per ricontrollare: cercate di risparmiare un po’ di tempo per rileggere con calma tutte le risposte ed eventualmente correggere quelle sbagliate.

Scopri anche: Terza prova Maturità: cosa portare

TERZA PROVA MATURITÀ 2018: TUTTE LE INFO

Bene, al momento è tutto, ma se avete bisogno di altri chiarimenti non perdetevi le nostre preziose guide:

Se vuoi avere informazioni, consigli e aiuto per l’esame di Maturità 2018, iscriviti al gruppo Facebook Maturità 2018: #esamenontitemo