Saggio breve tecnico scientifico prima prova maturità 2018: la traccia

Per il saggio breve il Miur ha scelto un tema molto caldo che si presta a interpretazioni e giudizi diversi: il dibattito bioetico sulla clonazione. Il campo della scienza è in continua evoluzione, sono tanti i progressi che ha portato al mondo, alcuni dei quali, però, sono abbastanza discutibili e non mettono d’accordo tutti.

Non perdetevi le altre tracce:

Saggio breve sul dibattito bioetico sulla clonazione: titolo e consegna

  • Titolo: “La clonazione non deve ledere l’integrità e la dignità umane”
    Destinazione editoriale: periodico scientifico

Saggio breve sul dibattito bioetico sulla clonazione: introduzione

La scienza, con i suoi progressi, ha dato senza dubbio un enorme contributo all’umanità, cercando di migliorare le condizioni di vita, di salute e di benessere. Purtroppo non sempre ci riesce, ci sono condizioni, situazioni e malattie che ancora non hanno trovato soluzioni. Spostandoci su un’altra prospettiva della scienza ci imbattiamo in un argomento che ha creato un forte dibattito bioetico: la clonazione.

Saggio breve sul dibatto bioetico sulla clonazione: svolgimento

La bioetica è la disciplina che si occupa dell’analisi razionale e morale nell’ambito delle scienze biomediche. Il suo scopo è quello di garantire che i progressi nel campo vengano compiuti nel rispetto dell’uomo come essere umano. A tutelare i diritti dell’essere umano non scende in campo solo la bioetica, ma risulta scritto nero su bianco anche sulla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea. Nel Capo 1, articolo 3, si parla di dignità e diritto all’integrità della persona, in particolare recita che ad ogni individuo debba essere garantito il mantenimento della propria integrità fisica e psichica, e in medicina e in biologia devono essere rispettati dei criteri tra cui, importantissimo, il divieto di clonazione sugli esseri umani. In Cina sono già stati fatti esperimenti, riusciti, di clonazione di animali, la pecora Dolly è il primo esempio e, di recente, da un macaco ne è stato clonato un altro. Non c’è nulla che vieti gli esperimenti sugli animali, sono solo dei corpi, non hanno uno spirito, non sono una testa pensante e non hanno un’anima; ma dobbiamo iniziare a preoccuparci sulla possibilità che questi esperimenti vengano effettuati anche sugli uomini?

Saggio breve sul dibattito bioetico: conclusione

E’ importante fare una netta distinzione tra la scienza che cura le malattie e quella che sperimenta alcune particolari condizioni di vita. E’ giusto avere punti di vista contrastanti, ma non si deve perdere di vista la realtà e scindere le cose. Se la clonazione sugli esseri umani non deve essere fatta a scopo di lucro, e non deve ledere la dignità e l’integrità umana, può e deve essere sperimentata nella ricerca, come ad esempio nel settore di ricerca delle cellule staminali.

Iscriviti al gruppo: Maturità 2018: #esamenontitemo