Seconda Prova 2019: data e durata

La Seconda Prova dell’ Esame di Maturità è forse la più difficile da affrontare, perché si basa su una materia caratterizzante della scuola superiore prescelta. Gli studenti quindi hanno molta ansia da prestazione nell’affrontarla, perché si suppone siano pienamente ferrati nella materia, quindi spesso presi dal panico commettono errori di distrazione, oppure prendono sottogamba la preparazione di suddetta materia, in quanto si sentono magari più forti rispetto ad altre, su ci concentrano maggiormente il ripasso. Quello sappiamo intanto, è che il 20 giugno la seconda prova avrà inizio in tutte le scuole, anche se avrà una durata diversa in base ad ogni scuola superiore: alcuni infatti avranno a disposizione 4 ore, 6 ore o 8 ore, mentre altri ancora svolgeranno il compito in più giorni. Inoltre, ci sono tantissime novità a riguardo: da quest’anno la prova potrebbe vertere su più materie caratterizzanti e per alcuni indirizzi è cambiata la struttura. Siete pronti?

Leggi anche:

Seconda Prova 2018, come affrontarla? Suggerimenti

Seconda Prova 2019, come affrontarla? Consigli e trucchi

Vediamo insieme come prepararsi anche sulle materie caratterizzanti scelte dal Miur per il proprio istituto superiore, con una serie di Consigli validi per tutte le materie:

  • Crea una tabella di marcia – Innanzitutto, fai un elenco de degli argomenti da studiare e suddividili tra il numero di giorni che mancano all’esame, in modo da dedicare ad ogni argomento il tempo necessario per apprendere o ripassare.
  • Rivedi argomento per argomento – Considera la materia scelta dal Miur per il tuo istituto e appunta tutti gli argomenti. Rivedili uno per uno e, al termine di ognuno, fai degli esercizi che ti aiutino a fissare i concetti nella memoria e a ripassare in maniera completa e corretta.
  • Allenati con le tracce degli anni passati –  Può essere utile, una volta rivisti tutti gli argomenti, usare le tracce delle seconde prove degli anni passati per allenarti. Cerca quelle del tuo indirizzo ed esercitati con quelle, facendo finta di essere proprio all’esame di Maturità. Guarda l’orologio e ritagliati la stessa quantità di tempo che avrai il giorno della seconda prova. In questo modo riuscirai ad organizzarti al meglio.

Il giorno dell’esame invece, quando ti troverai proprio di fronte al foglio con la traccia della Seconda Prova, ti consigliamo di comportarti così:

  • Leggi attentamente la traccia. Prenditi il tuo tempo per capire attentamente cosa ti viene chiesto, è la parte iniziale che diventa cruciale al fine di non commettere stupidi errori di distrazione.
  • Organizza il tuo tempo. Indipendentemente da quale sia il tuo tempo, 2,4 o 6 ore, tieni presente che dovrai avere il tempo per rileggere e ricopiare, quindi ottimizza il più possibile.
  • Tieni sotto controllo l’ansia. L’ansia esagerata non aiuta mai, in questo caso è proprio deleteria, ma se è giuta ti aiuterà a potenziare al massimo le prestazioni.
  • Utilizza gli strumenti a tua disposizione. Dizionari, calcolatrici, strumenti tecnici, sono consentiti, quindi usali per non incorrere in errori evitabili.
  • Prendi una pausa. Fai riposare per qualche istante il cervello, bevi, vai in bagno o semplicemente stacca lo sguardo dal banco. Ti aiuterà ad essere concentrato nella fase di correzione e consegna.
  • Correggi e ricopia. Leggi più volte per accertarti di non aver commesso errori e poi procedi a ricopiare in bella senza esitazioni. Trascrivi in bella copia e rileggi anche quella.

Bene così sarai pronto per la consegna e anche questa sarà fatta!

Leggi anche: