SECONDA PROVA LICEO MUSICALE E COREUTICO – SEZIONE MUSICALE: TEORIA, ANALISI E COMPOSIZIONE

Se la seconda prova di Maturità rappresenta una delle preoccupazioni maggiori per gran parte degli studenti, per coloro che si diplomeranno al Liceo Musicale e Coreutico sarà per certi aspetti un po’ più complicato, in quanto la prova durerà 2 giorni, sarà essenzialmente pratica e soprattutto non ha una lunga tradizione alle spalle. E’ necessario allora organizzare lo studio tenendo in considerazione tutte le direttive del Miur e i programmi di studio coinvolti nella prova. In questo post dunque illustrerò come organizzare lo studio per la Seconda prova del liceo musicale della Maturità 2019, nel caso in cui dovesse uscire Teoria, analisi e composizione.

SECONDA PROVA TEORIA, ANALISI E COMPOSIZIONE: STRUTTURA

La seconda prova di teoria, analisi e composizione si articola in due giorni. La prima parte della seconda prova per il liceo musicale ha una durata massima di 6 ore, e può incentrarsi su una delle seguenti tipologie:

  • analisi di una composizione, o di una sua parte significativa, della letteratura musicale classica, moderna o contemporanea con relativa contestualizzazione storica
  • composizione di un brano attraverso un basso dato con modulazione ai toni vicini o armonizzazione di una melodia tonale
  • realizzazione e descrizione di un percorso digitale del suono e dei materiali correlati allo scopo di produrre un brano musicale o anche la sonorizzazione di un video
  • progettazione di un’applicazione musicale (Plug in) di produzione e trattamento del suono in un ambiente a oggetti contenente la parte di sintesi, di equalizzazione e di spazializzazione

La seconda parte si svolge il giorno successivo e consiste nella prova di strumento.  Essa, della durata massima di venti minuti, prevede l’esecuzione e l’interpretazione di brani solistici o di musica d’insieme o tratti da un repertorio concertistico con riduzione pianistica.

SECONDA PROVA LICEO MUSICALE E COREUTICO: COME PREPARARSI PER LA PROVA DI TEORIA, ANALISI E COMPOSIZIONE

Per prepararsi al meglio alla seconda prova liceo musicale occorre organizzarsi in modo da suddividere la giornata di studio nelle due parti in cui è composta la prova. La prima parte della seconda prova liceo musicale è quella più complessa, in quanto sono diverse le tipologie tra cui la commissione può scegliere:

  1. Analisi di una composizione: il brano può appartenere alla letteratura classica, moderna o contemporanea, e deve essere contestualizzato storicamente. Per superare al meglio questa tipologia è necessario ripassare i brani principali studiati nel corso dell’anno, analizzarli e collocarli nel contesto storico in cui sono nati.
  2. Composizione di un brano musicale o armonizzazione di una melodia: anche in questo caso è opportuno esercitarsi bene e soprattutto ripassare tutte le regole di teoria, in modo da essere pronti nel momento in cui ci verrà formulata una domanda.
  3. Realizzazione e descrizione di un percorso digitale del suono: esercitiamoci in questa tipologia tenendo sempre presente le tecniche da utilizzare.
  4. Progettazione di un’applicazione musicale: ripassiamo le regole teoriche e proviamo a simulare la prova.

La seconda parte consiste nella prova si strumento, dunque è il momento in cui dobbiamo dimostrare tutte le nostre capacità acquisite nel corso degli anni. Per cui, proviamo almeno un’oretta al giorno, analizziamo il brano e studiamo tutto il contesto storico: la commissione potrebbe decidere di rivolgerci qualche domanda, e in quel caso dovremo farci trovare preparati!

Hai bisogno di aiuto per la maturità? Iscriviti al gruppo: Maturità 2019: #esamenontitemo