Seconda Prova Linguistico 2018: Balzac, la vita dell’autore

Maturandi del Liceo Linguistico, come avete trovato la seconda prova? Volete controllare com’è andata per poi riposarvi? Siamo qui per voi, ecco la vita e le opere in italiano e in francese di Balzac, vi sarà utile per controllare la soluzione della seconda prova Maturità 2018!

E rimanete aggiornati, i nostri tutor sono pronti a fornirvi tutto l’aiuto che vi serve:

Honorè de Balzac nasce a Tours il 20 maggio 1799. La sua famiglia fa parte di quella borghesia che in quegli anni era in rapida ascesa. Ha un infanzia molto triste e solitaria. Si laurea in Giurisprudenza e nel 1822 comincia una relazione con la contessa Laure de Berny, di 22 anni più anziana e, parallelamente, inizia i suoi primi esperimenti letterari nel campo del romanzo, da lui stesso presi in pochissima considerazione. La prima opera di una certa importanza è il romanzo storico, firmato col suo vero nome, “Gli Sciuani”. Il 1829 è l’anno del successo con “La fisiologia del matrimonio”, scoppia poi la passione infelice per la marchesa de Castrie.

Nel frattempo inizia anche una relazione epistolare con la contessa Eva Hanska, che risulterà poi essere la donna della sua vita (lo scrittore la sposerà solo nel 1850, pochi mesi prima di morire). Nel 1833 stipula un contratto editoriale per la pubblicazione di dodici volumi di “Usi e costumi nel diciottesimo secolo”, suddivisi in “Scene della vita privata, della vita di provincia e della vita parigina”. É in sostanza un abbozzo della futura “Commedia Umana”, l’immenso ciclo che Balzac aveva progettato di scrivere. Infatti, nel 1834 Balzac concepì l’idea di fondere tutta la sua produzione narrativa in un’unica opera unica. Un progetto ispirato da Jean-Baptiste de Lamarck ed Etienne Geoffroy Saint-Hilaire (nelle intenzioni l’opera doveva comprendere 150 romanzi divisi in tre filoni principali: Studi di costume, Studi filosofici e Studi analitici). Il progetto fu compiuto per due terzi. Gli episodi più celebri sono “Papà Goriot” (1834-35), “Eugénie Grandet” (1833), “La cugina Betta” (1846), “La ricerca dell’assoluto” (1834) e “Illusioni perdute” (1837-1843).
In questi romanzi si coglie bene un aspetto del realismo di Honoré de Balzac, ossia la sua attenzione agli elementi prosaici della vita di tutti i giorni.

Il 24 aprile 1845 è decorato cavaliere della Legion d’Onore. La salute, poi, è in continuo peggioramento. Il 14 marzo 1850 si celebra il tanto sospirato matrimonio, ma le condizioni dello scrittore sono ormai disperate. Il 20 maggio gli sposi sono a Parigi. Pochi mesi per godersi il matrimonio e il 18 agosto Honoré de Balzac muore all’età di 51 anni.

Seconda Prova Linguistico 2017: Balzac, la biographie

Honoré de Balzac est né le 20 mai 1799 à Tours où il était issu d’une famille bourgeoise. A 8 ans, Balzac fut envoyé au collège. Au début, Balzac était destiné à la carrière de Notaire selon les souhaits de sa mère. Cependant, en 1818, il avoua à ses parents qu’il désirait devenir écrivain et il bénéficia d’une année pour mettre à l’épreuve sa nouvelle vocation.

Le Dernier Chouan ou La Bretagne en 1800 fut le premier roman que Balzac signa de son vrai nom, en 1829. Ce fut un échec commercial mais il avait fait le premier pas en le signant. Le génie balzacien arriva en octobre 1829 quand Balzac rédigea La Maison du chat qui pelote. Enfin, apparut le premier tome de Scènes de la vie privée avec un ensemble de textes tels que La Vendetta qui raconte l’histoire de Ginevra, jeune fille corse, amoureuse de Luigi Porta dont la famille fut massacrée par le propre père de Ginevra, le texte Gosbeck, Une double famille et Le Bal des Sceaux.

Après avoir longuement correspondu avec Eve Hanska, Balzac la rencontra en septembre 1833 et devint son amant. Cette liaison se terminera par un mariage. La correspondance qu’ils échangèrent dans le passé fournit de précieux renseignements sur l’élaboration de La Comédie Humaine.

En 1842, pour la première fois, une édition de La Comédie Humaine apparut de façon complète. C’est alors que l’œuvre ne cessa de s’enrichir. Atteint de crises cardiaques successives, d’étouffements et de bronchites, Balzac mourut le 18 août 1850, peu de temps après avoir épousé Eve Hanska.