Simulazioni Terza Prova 2018: tipologie

Pronti per la terza prova della Maturità 2018? L’importante è arrivare preparati e avere tutte le informazioni corrette per poterla affrontare al meglio. La terza prova che sappiamo si terrà il 25 giugno 2018, che consisterà in un super quizzone, formulato dai commissari esterni e interni, per cui le domande sono diverse da scuola a scuola, così come sono diverse anche le materie. Sappiamo anche che consta di 6 tipologie:

  • Terza prova tipologia A: trattazione sintetica degli argomenti: bisogna trattare l’argomento richiesto in un massimo di 10 o 20 righe.
  • Terza prova tipologia B domande a risposta singola: bisogna dare un arisposta secca in un massimo di 5 righe.
  • Terza prova tipologia C domande a risposta multipla: occorre scegliere la risposta esatta tra diverse opzioni di risposta.
  • Terza prova tipologia D problemi a soluzione rapida: bisogna risolvere piccoli problemi utilizzando calcoli rapidi.
  • Terza prova tipologia E analisi di casi pratici e professionali: la tipologia è specifica per alcune scuole e bisogna risolvere un caso proposto utilizzando nozioni appartenenti a diverse discipline.
  • Terza prova tipologia F sviluppo di progetti: bisogna sviluppare un piccolo progetto utilizzando le indicazioni fornite nella traccia.

Continuate a leggere per saperne di più…

Simulazioni Terza Prova 2018: come esercitarsi

Dal momento che ogni scuola, svolgerà la terza prova sulla base delle materie carattestiche e prescelte per quest’anno scolastico, non possiamo dare delle indicazioni che valgano per qualsiasi indirizzo scolastico, perchè ogni materia va affrontata in modo diverso. Possiamo però dare delle indicazioni che valgono per ogni indirizzo scolastico:

  • Studiare tutte le materie oggetto di terza prova, facendo attenzione ai piccoli dettagli, come nomi, date, formule ecc…
  • Allenarsi nelle varie tipologie di domanda, in modo da diventare veloci e precisi nella risposta.
  • Leggere bene le domande durante la prova, così da non andare fuori traccia.
  • Rispondere prima a quelle su cui siamo sicuri, poi concentrarsi sulle altre.
  • Ricontrollare sempre il compito: potrebbe sempre sfuggire qualcosa!
  • Prestare attenzione alle domande frequenti dei prof: facciamo caso, durante l’anno, su quali argomenti insiste maggiormente il prof, perchè potrebbero essere quelle inserite nella Terza Prova.
  • Svolgere delle simulazioni su tutte le tipologie possibili: test a risposta multipla, domande a risposta aperta, sviluppo di progetti e tutte le altre tipologie di quesito
  • Affidarsi agli schemi ed ai riassunti realizzati per il ripasso, così risparmierai tempo e potrai memorizzare tutto il necessario immediatamente.

Ricordate sempre di mantenere i nervi saldi, la preparazione non basta se non è unita alla concentrazione!

Maturità 2018: risorse utili

Se devi sostenere la maturità 2018, probabilmente ti serviranno questi link: