Prima Prova 2018: scaletta e consigli per le tracce

Siamo arrivati a maggio, una parte della strada verso la maturità è andata; ma se c’è stata qualche imperfezione avete ancora del tempo per recuperare. Liberate la vostra mente e iniziate a pensare alla prima prova di Maturità 2018, la tanto temuta prova di italiano; la data ce l’abbiamo, è il 20 giugno, e ora vogliamo ricordare brevemente quali e quante prove vi troverete di fronte e sono: analisi del testo, tipologia A, quattro tracce da svolgere in forma di saggio breve, tipologia B, una per il tema storico, tipologia C, e una per il tema di attualità, tipologia D. Per incoraggiarvi e darvi una mano a prepararvi nel miglior modo possibile, vediamo insieme la scaletta per ogni tipologia e vi diamo anche qualche consiglio utile.

Tema prima prova 2018 analisi del testo: scaletta e consigli

L’analisi del testo, nonché la tipologia A, è appunto l’analisi di un testo letterario, in prosa o poesia. Il testo che vi troverete di fronte sarà accompagnato da un’introduzione con cenni sull’autore e da domande che servono alla comprensione del testo. Conoscere l’autore del testo è fondamentale, vi agevolerà nella comprensione del testo e nel fare appropriati collegamenti e/o riferimenti; quindi studiate bene e con cura tutti gli autori in programma, concentrandovi sulla poetica e le opere. Riguardate anche la metrica, le rime e le figure retoriche.

Tema prima prova 2018 saggio breve e articolo di giornale: scaletta e consigli

La seconda tipologia, la B, include sia il saggio breve che l’articolo di giornale; il saggio breve può essere di diversi tipi: storico-politico, socio-economico, artistico-letterario e tecnico-scientifico. Il saggio breve, di qualsiasi tipo esso sia, deve necessariamente seguire questo schema:

  • Titolo
  • Introduzione
  • Argomentazioni
  • Conclusione

Il testo non deve superare le cinque colonne di foglio protocollo e lo stile deve essere impersonale, per uno svolgimento perfetto articolate il vostro saggio dividendolo così:

  • leggete la traccia e i documenti: in modo da avere una visione completa di quello che andrete a scrivere
  • sintesi dei documenti: fate un’accurata sintesi dei testi che vi vengono proposti e scegliete quali inserire nelle vostre argomentazioni
  • schema: seguendo la struttura del saggio breve, fate una scaletta e ricordatevi di citare i documenti
  • introduzione: fatela con cura perché è da qui che inizia il vostro elaborato
  • argomentazione: scrivete la vostra tesi riguardo all’argomento proposto, riportando i testi letti a sostegno di ciò che si vuole dire, si possono citare autori e brani di cui si è a conoscenza
  • conclusione: concludete brevemente e rinforzate la vostra opinione
  • titolo: deve incuriosire e deve essere affine all’argomento trattato
  • rilettura: potrete correggere eventuali errori fatti e fare qualche modifica

Per quanto riguarda l’articolo di giornale, state attenti a rispettare la struttura di questa tipologia facendo attenzione a non dimenticare il titolo e la consegna, a citare i brani insieme agli autori, a trattare l’argomento in modo chiaro e soprattutto sintetico, con uno stile adatto alla testata per cui state producendo il testo; leggete bene i brani e fate una scaletta.

Prima prova 2018 tema storico: scaletta e consigli

La tipologia C della prima prova, ovvero il tema storico, è di sicuro più semplice del saggio breve per quanto riguarda la struttura, ma è più complicata se si tiene in considerazione in contenuto. Chi decide di  svolgere il tema storico agli esami di stato deve possedere una conoscenza coerente e approfondita dell’argomento da trattare, altrimenti rischia di riportare informazioni sbagliate come date, nomi, collocazioni geografiche e via dicendo. Seguite i nostri consigli su una perfetta stesura del tema storico:

  • dimostrate ciò che narrate: usate tutti gli elementi di cui siete a conoscenza per dimostrare che quello che state dicendo sia vero
  • discutere in modo critico i documenti a disposizione: usate brani che possano avvalorare o contraddire le vostre tesi
  • non dimenticate il contesto: tenete sempre presente il contesto di cui state parlando
  • tenete presente il periodo storico: questo si può facilmente collegare al precedente punto
  • pianificate la struttura temporale: usate bene i marcatori temporali
  • fate attenzione ai tempi verbali: gestite bene l’uso del passato
  • evitate la prima persona: la vostra analisi dovrà emergere senza ricorrere all’uso del pronome personale IO.

Prima prova 2018 tema di attualità: scaletta e consigli

Arrivati all’ultima tipologia, la D, dovrete mettere in risalto la capacità critica e di analisi di un determinato caso, nonché la proprietà di linguaggio e la conoscenza dell’argomento. Oltre ad allenarvi, è bene che vi documentiate su argomenti di attualità, come l’ISIS, il terrorismo, il femminicidio, lo sfruttamento minorile, l’immigrazione e così via. Per svolgerla al meglio seguite i nostri consigli:

  • documentatevi e allenatevi: più avrete informazioni sull’argomento, più sarete in grado di scrivere
  • leggete bene la traccia: come per le altre tipologie, è bene leggere e capire bene la traccia
  • Introduzione: presentate l’argomento senza dare nulla per scontato
  • corpo centrale del testo: è lo svolgimento vero e proprio, in cui argomenterete la traccia, esporrete il vostro pensiero, commenterete un’eventuale citazione, fornirete alcuni esempi
  • conclusione: esponete nuovamente il vostro discorso e le vostre considerazioni personali.