Maturità 2018 Terza Prova: come rispondere alle domande

Il tempo stringe e l’orale di maturità è sempre più vicino. In men che non si dica vi troverete seduti tra i banchi di scuola a sostenere le prove d’esame. Oggi vi parliamo dell’ultima prova scritta, la terza, dandovi qualche buon consiglio su come studiare, come affrontarla ma soprattutto come rispondere alle domande. Non dovete dimenticare che sarete gli ultimi a sostenere il quizzone, quindi cercate di non deludere chi vi ha preceduto e fate in modo che sia un ultimo quizzone indimenticabile. La terza prova è anche più temuta delle altre due, le cui tracce le stabilisce il Miur; attraverso i quesiti che vi verranno posti, verrete valutati sulla preparazione globale in diverse materie.

Allenati con le nostre risorse:

Terza Prova Maturità 2018: tipologie e materie oggetto d’esame

La terza prova si svolgerà il 25 giugno e durerà, al massimo, 3 ore. La durata dipenderà, ovviamente, dai quesiti scelti dal consiglio di classe. Iniziamo subito col dirvi che ci sono 6 tipologie di quesito che sono:

  • Tipologia A Terza Prova: trattazione sintetica
  • Tipologia B Terza Prova: domande a risposta singola
  • Tipologia C Terza Prova: domande a risposta multipla
  • Tipologia D Terza Prova: problemi a soluzione rapida
  • Tipologia E Terza Prova: analisi di casi pratici e professionali
  • Tipologia F Terza Prova: sviluppo di progetti

E le materie oggetto d’esame? Potranno essere al massimo 5 e il numero di quesiti dipenderà dalla tipologia di domanda scelta dal consiglio di classe.

Non perdete:

Terza Prova 2018: come rispondere bene

Dopo avervi fatto un breve ma conciso riepilogo delle tipologie di quesito della terza prova e avervi dato qualche informazione in più sulle materie oggetto d’esame, per finire vogliamo darvi qualche consiglio su come studiare e arrivare preparati il 25 giugno. Abbiamo pochi consigli, ma buoni, che speriamo vi tornino utili e che rendano il vostro studio un po’ meno pesante:

  1. studiare bene: vi sembra banale, ma non possiamo non iniziare con questo consiglio, è inevitabile che per sostenere delle prove soddisfacenti dobbiate studiare;
  2. allenatevi: ormai sapete tutto sulle tipologie di quesiti, provate a farli a casa scegliendo 5 materie e, a turno, affrontatele tutte;
  3. leggere bene le domande: è fondamentale che prima di rispondere una domanda, abbiate compreso bene ciò che vi viene chiesto, quindi leggete bene;
  4. gestite il tempo: non perdete mai di vista l’orologio, sapete che avete un orario da rispettare, sappiate gestire il vostro tempo;
  5. lasciate alla fine i quesiti a cui non sapete rispondere: in modo da concentrarvi su quelle che sapete e poi, fidatevi, tutte le altre risposte vi verranno in mente;
  6. rileggete: prima di consegnare, rileggete attentamente quanto avete scritto.

Ecco altri preziosi consigli: Terza prova di maturità, come organizzare il ripasso finale