Prima Prova Maturità 2018, analisi del testo: traccia su Carlo Levi

Tutto pronto per la Maturità 2018: le tracce sono state scelte da un po’ e voi state continuando a studiare come non avete mai fatto. Stringete i denti e cercate soprattutto di arrivare preparatissimi alla prima prova, lo scritto con cui, mercoledì 20 giugno, inaugurerete ufficialmente gli Esami di Stato. Noi siamo emozionati quanto voi e, per aiutarvi al meglio, abbiamo deciso di fornirvi tutto il materiale possibile per superare indenni l’esame. Nello specifico, in questo articolo ci concentreremo su uno degli autori che potrebbero essere stati scelti per la prima prova: Carlo Levi. Scopriamo qualcosa in più su questo autore e proviamo a capire come svolgere un’eventuale analisi del testo.

Non perderti: Analisi del testo prima prova: schema ed esempio

Analisi del testo prima prova: biografia di Carlo Levi

Carlo Levi nasce a Torino nel 1902 e lì trascorre la sua giovinezza. Si laurea in Medicina e nello stesso tempo si dedica alla pittura. Viene annoverato tra i più tenaci oppositori al Fascismo, tanto che le sue opere artistiche hanno un grande peso politico e diventano espressione di libertà. Si schiera dunque contro l’arte ufficiale in quanto sottomessa al Fascismo. Organizza i primi gruppi politici clandestini, tra cui Giustizia e Libertà. Viene arrestato più volte e nel 1935 viene confinato in Lucania ad Aliano. Qui entra in contatto con una popolazione isolata che vive in un mondo nascosto e antico. Con il romanzo Cristo si è fermato ad Eboli descrive le condizioni di vita di questi poveri contadini, dimenticati dalla politica e oggetto di ingiustizie sociali. Nel 1939 si sposta in Francia e nel 1943, tornato in Italia, viene arrestato di nuovo. Successivamente partecipa alla Resistenza come membro del Comitato di Liberazione della Toscana. Dirige due giornali: La Nazione del Popolo e L’Italia Libera. Con l’avvento della repubblica diventa senatore. Muore nel 1975 e, per sua volontà, viene sepolto ad Aliano.

Prima Prova 2018: come svolgere l’analisi del testo su Carlo Levi

Ora che conosciamo più da vicino Carlo Levi possiamo capire perché potrebbe essere l’autore scelto per la Tipologia A. Innanzitutto, pensiamo che, visto che lo scorso anno è uscita una poesia, quest’anno ci sarà un brano in prosa e Carlo Levi ha scritto innumerevoli testi in prosa. Inoltre, pare che Luca Serianni abbia fornito, durante la premiazione del progetto sul Cyberbullismo della Dante Alighieri, alcuni importanti indizi sull’autore di prima prova citando il libro Le parole sono pietre di Carlo Levi. Ovviamente, sono solo supposizioni, ma intanto è bene informarsi lo stesso se si intende svolgere l’analisi del testo. Tornando a noi, sono tante le opere da cui potrebbe essere tratto un brano per l’analisi del testo, da Cristo si è fermato ad Eboli a Le parole sono pietre, Paura della libertà, Le mille patrie. In ogni caso, cercate di cogliere il significato del brano collegandolo alle vicende storiche vissute in prima persona dall’autore, come il Fascismo, la Seconda Guerra Mondiale, la Resistenza. Ricordate, infine, che l’analisi del testo sarà articolata nel modo seguente:

  • Comprensione del testo: dovrete riassumere il brano in modo sintetico ma nello stesso tempo chiaro ed esaustivo.
  • Analisi del testo: qui troverete domande volte ad analizzare il contenuto e lo stile dell’autore. Ci saranno quindi domande sulle tematiche affrontate, su alcuni termini specifici, sul linguaggio e sullo stile.
  • Interpretazione complessiva e approfondimento: infine, dovrete fornire un commento oggettivo e critico sul brano, collegandolo ad opere di Carlo Levi o di altri scrittori.

Segui i nostri consigli: Domande analisi del testo prima prova 2018: come rispondere

Iscriviti al gruppo Maturità 2018: #esamenontitemo