Tema di attualità Prima Prova maturità 2018: traccia svolta

Ci siamo, finalmente ci troviamo a sostenere la tanto attesa prima prova di maturità, abbiamo il titolo e l’argomento, possiamo iniziare a mettere nero su bianco tutte le nozioni e le informazioni di cui siamo a conoscenza. I nostri pronostici non sono stati del tutto sbagliati, avevamo ipotizzato sull’eventuale traccia sulla Costituzione e così è stato. Il tema sull’uguaglianza è sempre attuale, soprattutto in periodi storici come questi in cui, spesso, ci si dimentica che siamo figli dello stesso Dio.

Sull’argomento leggi anche:

Leggi le altre tracce della Maturità 2018, qui:

Titolo traccia di attualità prima prova: il principio dell’uguaglianza formale e sostanziale nella Costituzione

Oggi, più che mai, la storia insegna che, per quanto la Costituzione italiana abbia dedicato pagine e articoli al tema dell’uguaglianza, qualcuno ancora dimentica di essere nati sotto lo stesso cielo e di essere figli dello stesso Dio. L’articolo 3 della nostra costituzione parla di uguaglianza formale e sostanziale nella Costituzione e ne costituisce uno dei principi costitutivi, ciò che professa sono i valori di libertà, uguaglianza e fratellanza della Rivoluzione Francese, e dalla Dichiarazione universali dei Diritti dell’Uomo.

Tema di attualità: svolgimento

L’Articolo 3 della nostra costituzione recita così: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”. Per uguaglianza formale si intende il presupposto per cui, tutti, sono uguali di fronte alla legge, per uguaglianza sostanziale si intende che queste leggi debbano garantire l’uguaglianza a tutti, ma con qualche particolare riguardo nei confronti dei più deboli. Nella nostra società i più deboli ci sono, e ve ne sono in grandi quantità, basti pensare alle donne che sono costrette a subire abusi e violenze da parte dei compagni, oppure agli immigrati che si sono trovati su una barca, l’Aquarius, e a cui sono state chiuse le vie di entrata in Italia. La chiusura delle vie d’accesso in Italia, per molti, ha significato la fine dell’umanità, dov’è l’uguaglianza.

Tema di attualità: conclusione

Alla luce di quanto sta accadendo negli ultimi tempi e mettendo davanti ai nostri occhi il testo dell’articolo 3 della Costituzione, credo proprio che i firmatari della nostra Costituzione De Gasperi, De Nicola e Terracini non siano affatto soddisfatti, considerando il fatto che l’uguaglianza non è garantita a tutti, che alcune leggi non vengono applicate nella maniera più giuste e che, forse, i diritti per cui loro hanno tanto lottato non verranno mai rispettati.