TRACCE PRIMA PROVA MATURITÀ, COME CAPIRE QUALI SCARTARE

Gli esami di Maturità 2017 sono quasi arrivati e, tra poco più di due mesi, vi troverete faccia a faccia con le tracce della prima prova. Finalmente, dopo mesi di preparazione, sarete testati su tutte le vostre conoscenze e capacità.
Siete pronti: avete studiato, programmato tutto per filo e per segno e forse avete già in mente la tipologia da scegliere per la traccia della prima prova. Siete certi che faccia al caso vostro?
Il nostro consiglio è sempre lo stesso, non scegliere a scatola chiusa, dal momento che le tracce d’esame non verranno svelate prima dell’apertura del plico ufficiale il giorno della prima prova. È vero che la traccia andrà scelta in base alle proprie inclinazioni e al proprio modo di scrivere ed elaborare un tema, ma è meglio non affrettare la scelta.
Per questo motivo, per invitarti alla calma e alla pazienza, oggi parleremo delle singole tipologie per capire quali non rientrano nelle vostre corde e quali scartare.

prima prova di maturit?: come capire quali tracce scartare

Non perdetevi i nostri aggiornatissimi live sulla Maturità 2017:

PRIMA PROVA MATURITÀ 2017: COME CAPIRE QUALE TRACCIA SCARTARE?

La prima prova è un bel dilemma perché come è vero che ogni studente ha abilità specifiche, è pur sempre vero che ha delle debolezze o semplicemente non è portato per fare uno specifico tema.
C’è chi si indirizza verso l’analisi del testo e chi non ne vuole sapere di fare il tema di storia, c’è chi è più abile a fare il saggio breve e chi non sa proprio da dove iniziare. Perciò è fondamentale capire, al di là di quello che ci interessa e ci piace, da quali tracce è meglio stare alla larga e soprattutto perché.
Vediamole insieme allora, per ricapitolare le varie tipologie tenendo conto dei motivi per i quali è meglio non addentrarsi in un’avventura più grande delle nostre possibilità. Ecco le tracce da evitare se non avete propensioni particolari verso quella tipologia.

  • Prima Prova Maturità: analisi di un testo letterario: il primo problema è rappresentato dall’incognita dell’autore. Quale uscirà, cosa devo ripassare? Bene, se non avete ripassato tutto il programma di letteratura, se non sapete come analizzare un testo, che sia di poesia o di prosa, e se non avete studiato le poesie in classe, è meglio lasciar perdere. Già, perché fare l’analisi di un testo letterario richiede una corretta interpretazione del brano e a rispondere bene a tutte le domande riferite al testo e per farlo è necessario avere un vasto bagaglio culturale. Insomma, la letteratura, le poesie e i brani studiati a scuola non sono il vostro forte, perciò meglio puntare su altro!
     
  • Prima prova maturità: saggio breve: Gli argomenti che vi proporranno per il saggio possono riguardare qualsiasi cosa. Non è tanto l’argomento a creare difficoltà, quando la capacità del maturando di analizzare e vagliare i vari documenti proposti. Se non disponete di senso critico e non sapete come elaborare una traccia di saggio breve, non ne conoscete la finalità e non sapreste come strutturarlo, allora meglio non tentare la sorte. In più il saggio è una sorta di taglia e cuci e se non sapete riadattare con ordine e coerenza il vostro tema, allora il saggio non fa proprio per voi!
     
  • Prima prova maturità: articolo di giornale: gli argomenti che vi proporranno verteranno, come per il saggio breve, su diversi aspetti: storico-politico, socio-economico, artistico-letterario, tecnico-scientifico. Si, ma se non avete senso critico, idee concrete sull’argomento proposto, e soprattutto, non avete il dono della sintesi e scrivete periodi lunghi, contorti e arzigogolati, questa non è la tipologia adatta!
     
  • Prima prova maturità: il tema storico: beh, qui la risposta è più immediata! Rispondete a queste semplici domande: quando è scoppiata la seconda guerra mondiale? Cosa si intende per Guerra Fredda? Quando è nata la Costituzione italiana? Niente, è inutile che correte a sbirciare su internet o sul libro, se non ricordate neanche una data, o eventi importanti accaduti, questo tema è da scartare assolutamente!
     
  • Prima prova maturità: tema di attualità: di solito questo tema è un po’ come un salvagente in mezzo all’oceano. Ma è davvero una tipologia salvavita? In alcuni casi lo è, ma se il vostro interesse per l’attualità, la cronaca e gli avvenimenti nazionali e internazionali è pari a zero, allora la situazione si complica! Se non avete letto un giornale o guardato un telegiornale negli ultimi 5 anni, sarà difficile riordinare idee e formulare un tema chiaro e coerente con la traccia. Fate attenzione quindi, se non avete mai sentito parlare di femminicidio, unioni civili o terrorismo, meglio non provarci nemmeno!
     

MATURITÀ2017: TUTTO PER L'ESAME DI STATO

Rimanete sempre aggiornati sull’Esame di Stato: