AMMISSIONE MATURITÀ 2019

Quali sono i requisiti per essere ammessi all’Esame di Maturità? “Basta studiare” direbbe tua madre. In realtà non è esattamente così: ci sono delle regole ben precise. Proprio per questo il Miur anche quest’anno ha stabilito quali sono i criteri di ammissione validi per l’Esame di Stato. Per quel che riguarda la Maturità 2019 possiamo dire ufficialmente che ci sono tantissime novità e, quindi,bisogna fare moltissima attenzione. Diciamo subito che per essere ammessi all’Esame di Stato la media del 6 sarà condizione necessaria ma non sufficiente (alias: è fondamentale ma non è abbastanza!). Continuate a leggere l’articolo per approfondire…

Ecco il documento del Ministero di quest’anno:

criteri di ammissione maturit?

MATURITÀ 2019: I CRITERI DI AMMISSIONE PREVISTI DAL MIUR

Infatti avere la tanto desiderata nonché leggendaria media del 6 non basta per essere ammessi all’Esame di Maturità. Ecco quali sono i criteri di ammissione alla Maturità 2019: 

– Primo: avere la sufficienza in tutte le materie. Questo significa che la media deve essere almeno sei ma che comunque non è possibile essere ammessi alla Maturità se si ha, per esempio, 8 in latino e 4 in matematica, a meno che non lo decida, motivandolo, il Consiglio di Classe..

– Secondo: avere “un voto di comportamento non inferiore a sei decimi”. Il famoso “voto in condotta”, quindi, anche se non fa media può non farti ammettere all’Esame di Stato.

– Terzo: aver frequentato almeno tre quarti dell’orario annuale (quindi occhio alle assenze!)

Infine è importante pagare per tempo la tassa d’esame il cui bollettino viene fornito dalla scuola stessa che si assume anche il compito di informare gli studenti della scadenza entro cui deve essere effettuato il pagamento.

Per ulteriori informazioni leggi il documento del Miur

Leggi anche:

MATURITÀ 2019: PREPARATI ALL’ESAME

Alla fine dell’anno ti aspettano i tanto temuti esami di Maturità? Preparati con noi! Leggi:

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulla Maturità 2018? Iscriviti al gruppo: Maturità 2019: #esamenonotitemo