Prima Prova Maturità 2018: traccia svolta su Baricco

Eccoci qua: domani svolgerete la prima prova della Maturità 2018 e la tensione vi sta facendo uscire fuori di testa. State ripassando gli autori della letteratura italiana, magari quelli che pensate possano essere oggetto dell’analisi del testo? I dubbi sono tantissimi e di certo vi starete preparando ad affrontare le 7 tipologie di traccia, anche se sappiamo bene che probabilmente sapete già quale scegliere. Se pensate di svolgere la tipologia A, dovete tenere in considerazione il fatto che potrebbe uscire uno scrittore che non figura nei programmi scolastici. Parliamo ad esempio di scrittori attuali come Alessandro Baricco, molto quotato tra i maturandi. Scopriamo allora qualcosa in più su questo scrittore e proviamo a capire come svolgere un’eventuale analisi del testo.

Non perdete:

Prima Prova 2018: chi è Alessandro Baricco

Alessandro Baricco è scrittore, conduttore televisivo, saggista e critico musicale italiano. Nasce a Torino nel 1958. Frequenta il Liceo Classico Vittorio Alfieri e si laurea in Filosofia all’università di Torino. Subito dopo pubblica alcuni saggi di critica musicale e collabora per Repubblica come critico musicale e con La Stampa sulla pagina culturale. Nel 1994 fonda la Scuola Holden, una scuola di storytelling e arti performative. Esordisce nella narrativa nel 1991 con Castelli di Rabbia. Nel 1993 pubblica Oceano mare, mentre nel 1996 Seta. Nel 2002 pubblica Senza Sangue, mentre nel 2004, in collaborazione con Feltrinelli, pubblica Omero, Iliade, una reinterpretazione del poema. Nel 2009 pubblica Emmaus, con cui tocca per la prima volta temi religiosi; del 2011 è Mr Gwyn, incentrato sulla figura di uno scrittore che vuole smettere di scrivere. Nel 2012 scrive Smith&Wesson, nel 2015 La sposa giovane. Baricco è inoltre autore teatrale: ricordiamo Novecento, un monologo (1998), Moby Dick (2007).

Traccia svolta Baricco 2018: prima prova

Come avete ben capito, sono diverse le opere di Baricco da cui potrebbe essere tratto il brano dell’analisi del testo. Il Miur potrebbe aver scelto un brano tratto da un romanzo, da un saggio o da un testo teatrale. In ogni caso non dovete fare altro che concentrarvi unicamente sul testo proposto, facendo molta attenzione a quello che vi viene chiesto dalle domande, che come sapete sono suddivise in tre parti:

  • Comprensione del testo: leggete attentamente il brano, anche più di una volta, e procedete con il riassunto. La sintesi deve essere chiara e deve racchiudere ciò che l’autore vuole dirci.
  • Analisi del testo: le domande riguarderanno il contenuto, i temi trattati, il significato di alcuni termini o espressioni, lo stile. In questo caso basta rileggere attentamente il brano e trovare la risposta esatta.
  • Interpretazione complessiva e approfondimento: qui dovrete dare un’interpretazione oggettiva del brano, confrontandolo con opere dell’autore o altri scrittori.

Prima Prova 2018: risorse utili

Se domani devi affrontare la prima prova ecco cosa ti serve: