Seconda Prova liceo classico Maturità 2018: chi sarà l’autore della versione di greco?

Cara Maturità 2018 quanti dubbi! L’identità dell’autore della versione di greco 2018 resterà un’incognita fino a giovedì 21 giugno, giorno in cui in tutta Italia si svolgerà la seconda prova dell’Esame di Stato.
Diciamo che però un dubbio ce lo siamo tolto: con l’annuncio delle materie di Maturità sapete con certezza che per il liceo classico per la seconda prova ci sarà una versione di greco, anche se ce lo aspettavamo. Infatti, da un po’ di anni il Miur segue la regola dell’alternanza, in base alla quale le versioni di greco e di latino vengono alternate di anno in anno. Adesso quindi occorre concentrarsi sull’autore su cui la scelta potrebbe ricadere: chi sarà? E’ davvero difficile stabilirlo, in quanto di scrittori greci che abbiamo visto davvero tanti, tuttavia possiamo fare alcune ipotesi dando un’occhiata alle ultime tracce, notando chi è stato scelto più volte, chi manca all’appello da tanto tempo e chi invece non è mai apparso all’Esame di Stato.

Leggi anche:

Versione Greco 2018: autore e traccia

Versione di Greco Maturità 2018: gli autori degli ultimi anni

Per prima cosa dobbiamo dare un’occhiata alle maturità degli anni passati, valutando un po’ quale autore compare più volte, quale invece non è stato mai scelto e quale invece non compare da anni. Ecco un piccolo riepilogo:

  • Maturità 2016: Isocrate
  • Maturità 2014: Luciano
  • Maturità 2012: Aristotele
  • Maturità 2010: Platone
  • Maturità 2008: Luciano
  • Maturità 2006: Plutarco
  • Maturità 2004: Platone
  • Maturità 2001: Epitteto

Per prima cosa, nel nostro ragionamento dobbiamo scartare Isocrate, in quanto è stato l’autore dell’ultima versione di greco della Maturità. Notiamo poi che Luciano e Platone appaiono due volte, dunque questo ci fa capire che si tratta di due autori amati dal Ministero.

Non perderti: Versione di Greco Maturità 2018: tracce anni passati

Seconda Prova Greco 2018: possibili autori

Accanto a questi ci sono altri autori che non sono stati mai presi in considerazione o che comunque non compaiono all’Esame di Stato da più di 20 anni. Ad esempio, Ippocrate ed Epicuro non compaiono dagli anni Novanta, mentre Tucidide e Polibio dagli anni Sessanta. Senofonte poi è stato avvistato l’ultima volta nel lontano 1958. Tra questi si nasconde il nome dell’autore della versione di greco 2018 o il Miur opterà per un autore più recente e che ha proposto più volte? Oppure, il Ministero potrebbe far ricadere la sua scelta su un autore mai apparso alla Maturità, come Demostene, Erodoto o Lisia? Purtroppo non possiamo saperlo ora con certezza, ma… Chi lo sa, magari tra i nomi che abbiamo citato si nasconde l’autore della versione di greco 2018!

Leggi anche: